Ecoalf punta al riciclo e boicotta il black friday

"Because there is No Planet B", perché non c'è un pianeta B, Ecoalf, che si impegna concretamente da sempre per l'ambiente ha scelto di non partecipare al Black Friday incoraggiando il riciclo e puntando ad un pianeta che vada oltre la prossima stagione.

Ecoalf #recyclingblackfriday

Quanti di noi compreranno impulsivamente durante il black friday? Quanti di questi acquisti verranno effettivamente usati e sfruttati a lungo? A puntare il dito su queste tematiche è Ecoalf che mira ad educare i più giovani a prendersi cura del pianeta, già fin troppo maltrattato, ereditato dalle precendenti generazioni.

La Terra trema è bisogna reagire ora. Analizzando e riflettendo su tutte le nostre (cattive) abitudini ma anche le nostre tradizioni che hanno portato alla situazione attuale.

Greta insegna, è comunicando e parlando ai più giovani che si potrà sperare in un futuro più roseo. Loro, che hanno ancora il futuro tra le mani, dovranno essere i primi a reinventare sane abitudini. A partire dal riciclo, già molto in voga in numerosi paesi. Tendenza, moda se vogliamo, positiva e sostenibili in tutto e per tutto. Riciclo, come risposta agli acquisti compulsivi di cui siamo ancora troppo vittime.

Ecoalf #recyclingblackfriday

E per rivolgersi ad un target più giovane, Ecoalf ha fatto appello a Tomfoolery, poeta, performer e regista, che con la sua poesia parlata punta a far capire ai consumatori le gravi conseguenze di questi acquisti compulsivi.

Tomfoolery ha lanciato la sua piattaforma YouTube il 22 marzo scorso e in sole 5 settimane la performance ‘The Great Realisation’ è stata vista più di 60 milioni di volte. Dall’inizio Tom ha voluto presentare un messaggio di speranza, ottimismo e socialmente costruttiva. Condividendo la stessa visione Ecoalf ha voluto collaborare con Tomfoolery per creare un poema che parli della prospettiva di Madre Natura a livello di come consumiamo, così da spingere i consumatori a fermarsi, pensare erifettere sulle proprie abitudini quotidiane e tradizioni annuali. Inoltre offre modi per contrastare queste abitudini e chiama all’azione: “So che alcuni di voi ci stanno provando, ma questo racconto lo potete creare voi. Il mondo vi ricorderà per le vostre azioni, è il momento di metterci mano.”

Ecoalf #recyclingblackfriday

Inoltre, Ecoalf sta lavorando per implementare una servizio di raccolta dei capi nel fagship store di Madrid, così da poter chiudere il cerchio e poter utilizzare questi capi per sviluppare nuovi prodotti.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp