La musica, il “nuovo” videogioco per bambini: perché crescere tra le note è formativo

Molti genitori super impegnati, esausti per il lavoro stressante dopo una lunga giornata frenetica, hanno sempre poco tempo da dedicare ai figli. Per questo non di rado si affidano alla tecnologia e al multimediale per tenerli calmi, tranquilli e soprattutto impegnati.

strumenti musicali videogioco bambini

Così, sempre più bambini trascorrono il loro tempo a giocare con i videogiochi perdendo il senso del tempo o a guardare la tv, spesso non quella indicata per loro, diventando pigri, spenti e sotterrando irreversibilmente la fervida fantasia che dovrebbe caratterizzare la loro età. Ovviamente non vogliamo assolutamente dare nessuna colpa ai genitori, che per ovvie ragioni non possono abbandonare il lavoro per dedicarsi solo e completamente ai figli, ma ciò che forse potrebbero fare è aiutare i loro figli ad impegnare il loro tempo in attività diverse.

Avete mai pensato di portare il vostro bambino invece che in un negozio di giocattoli, in un negozio strumenti musicali? Pochi hanno pensato a questa valida alternativa.

Eppure non esiste “gioco” più formativo, istruttivo, educativo e stimolante come quello della musica. Tenere impegnato il vostro bambino nella pratica e nell’esercizio per migliorare l’esecuzione di un brano oppure nello studio  per imparare a suonare lo strumento che hanno scelto, facendo prove su prove, e impiegando del tempo a imparare cosa nuove, può solo responsabilizzare e far maturare i vostri bambini.

Ma cerchiamo di capire bene perché la musica, o più nel dettaglio, imparare a suonare uno strumento musicale, è così importante per la crescita di un bambino. Innanzitutto tenere un bambino impegnato, anima e corpo, nello studio di qualcosa di nuovo che può arricchire la propria coscienza è già una saggia scelta che un genitore che ama il proprio figlio può fare.

Ma è bene mettere nero su bianco i migliori benefici che un bambino trae, nell’approcciarsi allo studio di uno strumento musicale. Innanzitutto lo studio musicale aziona e migliora le capacità cognitive. Un cervello sempre attivo e stimolato è un cervello sano e inoltre la dedizione alla musica aiuta a sviluppare più velocemente le capacità motorie, accentua l’udito, migliora la memorizzazione di informazioni varie e indirettamente aiuta la memoria. Ovviamente il miglioramento di tutte queste abilità cognitive, la continua stimolazione mentale, la capacità di imparare il linguaggio musicale e di eseguire passaggi musicali difficili., trasformando le note su carta in musica,  aiuta ad essere più intelligenti. Per questo motivo, non sorprendetevi se poi i vostri figli diventano studenti portati per la matematica, in quanto la musica è basata sulla lettura di schemi e ciò implica una particolare propensione nello sviluppare ragionamenti logico-matematico.

Per completare lo “studente modello” che potrebbe essere, c’è da dire che dedicarsi alla musica da piccoli migliora anche le capacità di lettura, riuscendo a leggere anche in maniera veloce e fluida. Invece se volessimo focalizzare la nostra attenzione ad un livello sociale, la musica aiuta e migliora le capacità di interagire e relazionarsi con gli altri. Aumenta l’autostima del singolo e abbatte i muri della timidezza, diventando persone spigliate e affabili. E per concludere la lista degli effetti benefici, imparare a suonare uno strumento musicale allevia lo stress migliorando la salute psicofisica. Insomma cosa aspettate, cominciate magari insieme ai vostri figli, ad imparare a suonare uno strumento musicale.

Fonte foto: Photo by cottonbro from Pexels
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp