cellulite gravidanza

Si tratta di un’infiammazione del tessuto sottocutaneo, dovuta principalmente a un accumulo delle cellule adipose: queste tendono a “intrappolare” l’acqua, dando luogo a ritenzione idrica e alla cosiddetta pelle a buccia d’arancia.

All’origine di questo fastidioso difetto vi è una cattiva microcircolazione, che determina la nascita di setti fibrosi. Questi ultimi bloccano il passaggio dei liquidi e contribuiscono, quindi, alla formazione della cellulite. Tra le aree del corpo maggiormente colpite ricordiamo l’addome, le cosce, le braccia e i glutei.

Una condizione comune tra le esponenti del genere femminile è la cellulite in gravidanza. In verità, questa problematica ha diverse cause, che vanno dalla predisposizione genetica all’attività ormonale, da un’alimentazione errata a uno stile di vita sedentario: durante la gestazione, però, si aggiungono altri fattori, come l’incremento della massa grassa, il ruolo degli estrogeni, il pancione che provoca ristagni del sangue nei vasi linfatici e, in generale, difficoltà a livello circolatorio.

I rimedi sono numerosi, tra cui menzioniamo creme adatte, massaggi ed esercizi fisici leggeri. Di seguito vi spiegheremo come prevenire la cellulite in gravidanza, ricorrendo ad alcuni accorgimenti per restare in forma e per curare la salute dell’organismo in un periodo così delicato.

L’importanza dei cosmetici giusti

Le donne che aspettano un bambino dovrebbero utilizzare, almeno una o due volte al giorno, una preparazione anticellulite con azione idratante e nutriente. È il caso, per esempio, dei prodotti ottenuti dalla bava di lumaca: un ingrediente dotato di proprietà lenitive, esfolianti e purificanti, che mantiene l’epidermide liscia e luminosa e rappresenta un prezioso alleato nella lotta alla pelle a buccia d’arancia.

Di elevata qualità sono gli articoli per skin care del brand Nuvò Cosmetic. Questo marchio si fonda su alcuni pilastri essenziali, tra cui la costante ricerca dell’eccellenza e la tutela della natura e dell’ambiente.

Oltre alle creme di questo tipo, sono ottime quelle a base di olio di jojoba, limone, bergamotto e cannella. Tutti i cosmetici vanno applicati con un lieve massaggio circolare, che deve durare sui 15-20 minuti per far penetrare la formula in profondità.

Alimentazione e idratazione contro la cellulite

Un’altra soluzione per combattere questo inestetismo quando si è in dolce attesa è una dieta sana ed equilibrata. Ciò significa mangiare molta frutta e verdura, limitare il sale e gli snack industriali, assumere cibi ricchi di fibre che facilitano l’eliminazione delle scorie. Preferite i cereali integrali a quelli raffinati, e inserite nel vostro regime quotidiano i finocchi, le mele, le prugne e le carote.

In più, è indispensabile bere 1,5-2 litri di acqua al giorno. Ciò vi aiuterà a espellere i liquidi in eccesso dagli spazi tra le cellule, in modo da scongiurare il pericolo di ritenzione idrica. Questa è una buona abitudine in qualunque circostanza, non soltanto nel corso della gestazione!

Gravidanza, cellulite e sport

Parlando di come evitare la cellulite in gravidanza, tra i migliori rimedi dobbiamo citare anche l’attività fisica.

Molte persone sono in dubbio se, in questa fase, la donna debba o meno dedicarsi allo sport. Quest’ultimo in linea di massima ha un effetto positivo, purché sia moderato e intrapreso su consiglio del medico di fiducia. Vi sono dei casi in cui un allenamento può essere dannoso, ed è quindi necessario ascoltare prima il parere di uno specialista!

Tra gli esercizi migliori vi sono il nuoto e l’acquagym, le passeggiate e la ginnastica dolce. È fondamentale non sforzarsi troppo e non affannarsi: l’obiettivo è contenere l’aumento del peso, non fare un workout intensivo. Va bene anche la cyclette, praticata sempre con misura e attenzione.

Qualche altro suggerimento contro la cellulite in gravidanza

Un’altra regola da seguire quando si aspetta un figlio consiste nel non indossare vestiti stretti. Questi, oltre a dare fastidio, ostacolano il ritorno del sangue venoso verso il cuore e, nel complesso, la microcircolazione: causano, dunque, sia l’accumulo di adipe nei tessuti sia il cosiddetto fenomeno delle gambe pesanti.

Se temete la cellulite in gravidanza, inoltre, mettete da parte le scarpe col tacco e prediligete quelle comode, da ginnastica, non più alte di 3-4 cm. Esistono calzature progettate proprio per incentivare il lavoro della pompa plantare, che spinge il sangue contro la forza di gravità.

Coloro che hanno l’abitudine di portare le calze possono procurarsi dei collant a compressione graduata, ovviamente dopo aver consultato il medico. Basta poco per ridurre il rischio di cellulite prima del parto, e per mantenere la forma fisica in questo periodo tanto importante.

Fonte foto: Photo by freestocks.org from Pexels