Christopher Nolan: Curiosità e Successi in Attesa di ‘Tenet’

Nelle scorse ore è uscito il trailer di “Tenet”, l’ultimo, attesissimo film del regista Christopher Nolan.
christopher nolan regista famoso

Per quanto della trama non si capisca molto (come è giusto che sia), si tratta di uno dei titoli dell’anno e il regista stesso lo ha definito il suo progetto più ambizioso di sempre.

In attesa che la nuova data d’uscita venga rivelata, e che si possa presto tornare al cinema, scopriamo qualche curiosità su uno dei registi più pagati di Hollywood e più famosi degli ultimi anni.

IDENTIKIT DI CHRISTOPHER NOLAN

Christopher Nolan nasce a Londra il 30 luglio 1970 da padre inglese e madre americana, si laurea in Letteratura inglese e non frequenta nessuna scuola di cinema, pur avendo rivelato di aver deciso di diventare regista all’età di 11 anni (i suoi punti di riferimento sono Stanley Kubrick e Ridley Scott). Sposato con Emma Thomas (produttrice) hanno fondato insieme la casa di produzione Syncopy, con cui producono tutti i suoi lavori fin dall’inizio. Ai membri della sua famiglia si ispirano i personaggi di tutti i suoi film.

CARRIERA DI CHRISTOPHER NOLAN

Allo straordinario successo del suo film d’esordio “Following” (1998) hanno fatto seguito altri 10 film (considerando anche “Tenet”), e si è occupato della sceneggiatura di tutti i titoli escluso “Insomnia”. “Memento”, “Inception” e “Dunkirk” sono stati candidati tutti agli Oscar per miglior film e sceneggiatura senza mai vincere, mentre Nolan è stato nominato solo una volta come miglior regista. Tra i suoi più stretti collaboratori rientrano il fratello Jonathan (sceneggiatore), il direttore della fotografia Hoyte Van Hoytema e il compositore Hans Zimmer.

KOLOSSAL DI CHRISTOPHER NOLAN

Tutti i suoi film hanno riscontrato un grande successo sia di pubblico che di critica: dall’illusorio “The Prestige” alla trilogia dedicata a Batman (interpretato da Christian Bale), dal fantascientifico “Interstellar” al sognante “Inception”, nelle sue pellicole si possono identificare alcune tematiche comuni come la vendetta, l’ossessione, l’inganno, il tormento e il dialogo tra realtà e percezione personale, sempre affrontate in chiave realistica. È anche famoso per il fatto che lascia agli spettatori l’interpretazione del finale, senza mai sbilanciarsi a riguardo neanche negli anni a seguire (giusto per fare un esempio, la trottola smette o no di girare alla fine di “Inception”?!).

Un video francese fa luce sul finale di Inception! | VIDEO

CURIOSITÀ SUL SUO LAVORO

  • È un grande sostenitore dell’utilizzo della pellicola e del ricreare set mastodontici per assicurare una resa realistica delle sue storie: basti pensare alle strade di Gotham City realizzate per le riprese di “Batman Begins” o alle vere navi da guerra, Spitfire e Messerschmitt, usate per “Dunkirk”!
  • Quando si dice “squadra che vince non si cambia”, si potrebbe benissimo parlare delle scelte che Nolan applica per i suoi casting: tra gli attori che sono comparsi in più progetti del regista infatti, rientrano Michael Caine, Tom Hardy, Cillian Murphy, Christian Bale, Anne Hathaway e Kenneth Branagh.
  • Non ha una mail (si fa stampare quelle che gli arrivano dalla sua segretaria), ama il tè a tal punto da assicurarsi di averlo con sé ovunque vada, non lavora mai nei weekend e a volte scrive pezzi delle sue sceneggiature con la macchina da scrivere.

COSA SAPPIAMO DI “TENET”

Nulla si sa di certo sulla trama del film ma Nolan ha dichiarato che: “Partiremo dal punto di vista di un film di spionaggio, ma andremo verso mete differenti. Attraverseremo generi diversi in una formula, spero, fresca ed emozionante”. Gli attori stessi durante le riprese venivano tenuti all’oscuro di parti della sceneggiatura per evitare fughe di notizie: Robert Pattinson ad esempio l’ha letta in una stanza chiusa a chiave, Michael Caine ha ricevuto solo le pagine contenenti i suoi dialoghi mentre John David Washington ha ammesso di aver fatto domande quasi ogni giorno al regista per capire al meglio il senso delle scene che avrebbero dovuto girare.

Fonte foto: Photo by Alex Litvin on Unsplash

Commenti

comments