Pulizia del viso giapponese: come farla da soli

La bellezza della pelle del nostro viso parte dal principio: una pulizia del viso fatta ad hoc è fondamentale.

pulizia del viso giapponese

Quindi se avere una pelle del viso perfetta è uno dei vostri più grandi desideri ispiratevi all’oriente! Sì, avete capito bene! Il “Paese del Sol Levante” ci insegna i segreti per avere una pelle liscia come la seta, quella che avete sempre desiderato!

Layering: i segreti della skin care routine giapponese

Layering significa stratificazione. Proprio perché questo metodo prevede l’esecuzione di diversi passaggi, da effettuare con cura uno dopo l’altro, e l’impiego di svariati prodotti cosmetici specifici per ottenere una pelle del viso vellutata e morbida.

Tutti gli step da seguire per effettuare il Layering

Il primo passaggio, fondamentale sottolineerei, prevede la detersione con dell’olio vegetale da scegliere in base ai vostri gusti (di oliva, di jojoba, di Argan…) che va massaggiato delicatamente su tutto il viso e poi risciacquato con cura. Svariati marchi di cosmetica propongono oli specifici per il viso che sono anche ottimi struccanti.

Passiamo ora al secondo step: la detersione con un sapone. Anche in questo caso da scegliere in base alle esigenze della nostra pelle. Scegliete saponi delicati se avete la pelle secca, evitate prodotti che la vadano a seccare ulteriormente, per pelli miste e grasse utilizzate invece prodotti con proprietà astringenti. L’utilizzo del sapone laverà via per bene i residui di olio e pulirà in profondità il viso.

Step tre: tonificare! Una lozione tonica delicata sarà ideale per riequilibrare il ph della nostra pelle. Tamponate con un dischetto imbevuto di tonico tutto il viso e lasciate riposare la pelle per qualche minuto. Questo passaggio è fondamentale per preparare la pelle alla ricezione dei prodotti di trattamento quotidiano.

Eseguita con cura questa prima fase del Layering giapponese, che ripeto è assolutamente fondamentale per ottenere il risultato desiderato, si procede con gli ultimi quattro passaggi finali che prevedono l’applicazione dei nostri prodotti di trattamento preferiti.

L’intelligenza artificiale rivoluziona il beauty grazie a Foreo

A viso ben deterso va applicato il siero viso, toccasana per la pelle, che agisce più in profondità rispetto alla crema viso normale. Va scelto in base all’età, all’esigenza della vostra pelle e al risultato che vorrete ottenere (antirughe, antimacchia, illuminante…) Da massaggiare con movimenti delicati e circolari, distante dalla zona occhi, su viso e collo.

Altro prodotto chiave di questa routine è il contorno occhi. La pelle attorno agli occhi è una zona molto delicata del viso, che spesso viene segnata da rughe d’espressione e occhiaie. Un buon prodotto saprà combattere con efficacia questi piccoli inestetismi, fondamentale sarà la costanza nell’utilizarlo.

Applichiamo la crema viso: dovrà avere un buon potere idratante oltre ad essere anch’essa scelta in base all’età e alle nostre esigenze di bellezza. Molto importante sarà sceglierla con fattore di protezione dal sole! E’ anche possibile applicare una protezione solare distinta dalla crema. Il fatto di proteggersi dai raggi solari è un altro passaggio fondamentale di questo metodo giapponese! Ecco spiegato il perché della pelle chiara senza macchie delle donne orientali! Esporsi al sole fa molto bene alla salute, ma è importantissimo proteggere la pelle dai raggi UV che possono causare seri danni. Vanno scelti prodotti con fattore di protezione medio alta.

La routine giapponese prevede come ultimo step la cura delle labbra, che andranno sempre idratate con un balsamo specifico ad azione protettiva. Sarà ottimo effettuare uno scrub labbra almeno una volta a settimana per completare il trattamento in maniera perfetta!

Effettuare questa routine giapponese sarà semplice anche da eseguire in casa.

Come detto in principio date grande importanza alla fase di pulizia del viso e seguite bene tutti i passaggi consigliati. Saranno quelli fondamentali ottenere una pelle bella, liscia e luminosa!

Fonte foto: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp