Raf Simons: Il talento dello stilista belga per Fred Perry

Le fotografie di Watson e Plemper diventano il singolare decoro di polo, felpe e t-shirt.
FRED PERRY X RAF SIMONS

L’estro creativo di Raf Simons per Fred Perry… ovvero uno dei marchi sporty più famosi al mondo… uno di quelli che indossandoli hanno il duplice dono di farti diventare allo stesso tempo, tanto “ragazzo perbene” ma anche tanto “ragazzo ribelle”.

La collaborazione tra i due? Eccola di nuovo – e fortemente presente –  per la primavera-estate 2020 con un focus-ispirazione – da parte dello stilista belga –  rivolto alle subcultures, sulle quali Simons applica il suo singolare approccio progettuale tracciandolo al meglio sui modelli dell’archivio Fred Perry.

K-Way x THE Marc Jacobs: la nuova collaborazione

Tocco speciale della collezione, sono le fotografie di Gavin Watson e George Plemper, ora utilizzate per decorare polo, t-shirt e felpe del brand.

Le immagini di Watson e Plemper? Sono tratte dall’archivio di quasi 20.000 foto iconiche realizzate in oltre 35 anni di lavoro e conservate oggi dallo YOUTH CLUB Preservation Programme ovvero l’organizzazione no-profit che lavora per preservare, digitalizzare, condividere e celebrare, le immagini della storia della cultura giovanile dagli anni ’70 agli anni ’90 e tutto grazie ad un network di fotografi e appassionati creativi.

FRED PERRY X RAF SIMONS

Un’underground celebration quindi su polo, t-shirt, camicie, felpe girocollo o con cappuccio che diventano un inno all’essenza del “Do It Yourself” tipica del punk.

“Quando ho iniziato, mi sono focalizzato sui giovani e sulle subculture, e Fred Perry è stata una importante fonte di ispirazione” dice Raf Simons.

E in collezione? Tutto è rigorosamente oversize e declinato nei colori classici del nero, blu e bianco, e con l’immancabile ed iconica corona d’alloro argentata… ovvero il tocco-label di Fred Perry.

 

 

Fonte foto: Fred Perry press office

 

Commenti

comments