Laura Biagiotti: La sfilata primavera-estate 2020 e il racconto della moda senza-tempo

In passerella la Top Anna Cleveland tra fiori, fiocchi e loghi giocati come grafiche.

anna cleveland laura biagiotti

Forever, per sempre: è davvero la parola più azzeccata per raccontare il bel lavoro di Casa Biagiotti.

Per sempre quindi. E quel per sempre è forte e chiaro anche alla sfilata che il marchio – oggi guidato da Lavinia Biagiotti – ha messo in scena a Milano in occasione della settimana della moda.

Per sempre significa respirare – già durante lo show – un’aria di casa, di famiglia, di ospiti amici, di tradizione, di cultura, di calore e di sartoria che parte dal Castello a Guidonia casa, headquarter e luogo di ispirazione di Laura e ora di Lavinia Biagiotti.

Per sempre significa anche di Madre in Figlia e non solo attraverso il legame di sangue tra le stiliste ma anche con la presenza in pedana di Anna Cleveland, supermodella sofisticata e figlia del mito Pat, che apre e chiude la sfilata raccontando in passerella, un legame di amicizia ma anche molto altro.

anna cleveland laura biagiotti

Molto altro? Si, ovvero il racconto di una moda che è principalmente un guardaroba per sempre: senza età, senza tempo, senza costrizioni, dove il quotidiano gesto del vestirsi diventa estremo rispetto di se stesse, opportunità e divertimento, una sorta di “body art“ leggera, inconscia (ma non incosciente!).

Così il gesto del vestirsi secondo Lavinia Biagiotti si compone oggi – e giustamente – nel segno di un progetto duraturo all’insegna della leggerezza, della freschezza, dell’elegante educazione e del rispetto della propria storia e della propria cultura.

L’abito è perciò un investimento, una seconda pelle che vive con te, il tuo essere e un capo da conservare. E il talento?  Sta proprio nell’identificazione-creazione del timeless ovvero di quei pezzi che indossi forever, belli e attuali. ieri, oggi e domani.

In passerella il classico logo Laura Biagiotti – ovvero LB –  già ripreso al neon e in versione big size, per l’allestimento dello show, si ritrova a chiare lettere su abiti, pantaloni e bluse e diventa segno grafico e si assottiglia fino a diventare una riga sottile oppure con una soluzione singolare si ingrandisce fino a diventare il manico degli accessori. Il Bianco-Biagiotti nuance e vera passione di Laura Biagiotti si sfuma nei colori tenui mentre bellissima è la presenza dei fiori sui capi leggeri e fluidi come bellissimi i completi pijama. Il dettaglio retrò che piace sempre? I fiocchi micro e macro ad effetto bambola.

Fonte foto: Laura Biagiotti press office

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp