Cosmetici contro le radiazioni dei cellulari? Ci pensa Kylie Jenner con Selfie Cosmetic

Che la luce blu degli smartphone non fosse un toccasana per la nostra pelle, questo lo sapevamo... ma che avevamo bisogno di una linea di cosmetici per non invecchiare e (forse) per evitare il cancro, questa sì che è una novità!

La notizia arriva dall’intervista ad Anastasia Karanikolaou sul Daily Day, dove viene svelata l’idea di Kylie Jenner di sviluppare una linea di cosmetici contro le radiazioni dei telefoni cellulari.

La luce dello schermo, la famosa luce blu, secondo alcuni studi condotti negli Stati Uniti, sarebbe responsabile dell’invecchiamento prematuro della pelle, alterando il DNA e provocando forse (va precisato che nell’intervista non sono specificati risultati scientifici) anche il cancro.

GUARDA ANCHE: Kylie Jenner: “Ecco perché mia figlia si chiama Stormi”

Questo vorrebbe dire che ogni sguardo verso il nostro smartphone rappresenta un pericolo per la nostra pelle, così come scattarsi una selfie.

La cosa che sorprende è che l’idea sia arrivata da un’influencer, che bisogna ammettere, già in passato ha presentato idee redditizie, soprattutto nel settore beauty, ma resta il fatto che un’innovazione di questo tipo te l’aspetti da una casa farmaceutica e non da una delle modelle più pagate al mondo.

Kylie Jenner

L’innovazione di cui stiamo parlando è selfie cosmetic: una crema per la pelle che protegge dalle radiazioni HEV, come ha spiegato proprio nell’intervista l’amica di Kylie, Anastasia Karanikolaou.

Si tratta di una crema che offre una leggera colorazione e un effetto lucido e permette ai più giovani, le “vittime” predilette dagli smartphone, di smanettare con il proprio cellulare senza recare danni alla propria pelle.

Un’innovazione che ha già attirato l’attenzione di uno dei più importanti player tecnologici: Apple.

L’azienda americana ha infatti avviato una collaborazione con Kylie Jenner per limitare l’utilizzo di fonti di pericolosa luce blu.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp