Come scegliere il letto giusto per dormire (e vivere) meglio

Un sonno riposante è un ingrediente fondamentale per dare il meglio durante le nostre giornate.

Spesso però si sottovaluta l’importanza della scelta del letto più adatto alle nostre esigenze, optando per quello più economico o esteticamente bello e finendo per dormire male, e tutti sappiamo quali sono le conseguenze della mancanza di sonno sulla memoria, sull’umore e sul fisico, in particolare sulla colonna vertebrale. Come scegliere quindi un letto che ci assicuri il massimo del comfort?

Come scegliere il tipo di materasso giusto?

In fase d’acquisto è importante prendere in considerazione diversi fattori.

Il primo suggerimento è quello di tenere a mente le proprie abitudini: di solito dormiamo supini, sul fianco o a pancia in giù? La risposta a questa domanda sarà anche la soluzione per la scelta del tipo di materasso giusto per noi. Chi dorme supino ad esempio dovrebbe optare per un materasso piuttosto rigido, in quanto supporta meglio la colonna vertebrale, mentre chi ama dormire rannicchiato o sul fianco dovrebbe sceglierne uno più morbido, che permetta al corpo di rilassarsi.

Il secondo suggerimento è quello di considerare il proprio peso, che dovrà andare di pari passo con la rigidità del materasso. Grazie alle varie tipologie disponibili oggi è possibile scegliere tra quelli a molle (in questo caso attenzione alla quantità minima consigliata), in lattice e in poliuretano e memory foam a seconda dei gusti; questi ultimi in particolare assicurano una migliore circolazione e sono più adatti a chi resta nella stessa posizione durante il sonno.

L’ultimo suggerimento è di provare sempre il materasso prima di procedere all’acquisto: l’ideale è provarlo per 10-15 minuti nella posizione in cui si dorme solitamente, per capire se è davvero quello che fa al caso nostro.

Ogni quanto tempo va sostituito?

Prima di tutto bisogna considerare che la durata media di un materasso è di 8-10 anni, con un limite massimo di 15 anni. Questa sarà maggiore per quelli in lattice e memory foam, ma dal punto di vista igienico la situazione non cambia: col passare del tempo infatti si accumulano polvere, acari e germi che possono causare problemi soprattutto in soggetti allergici. Se si possiede un materasso datato è quindi consigliabile acquistarne uno nuovo e affidarsi sempre a marchi affidabili; Tempur ad esempio propone molte offerte su materassi di tutti i tipi e sceglierne uno di qualità è un modo per assicurarsi il massimo del benessere in questo senso.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp