Come vestirsi in gravidanza

Come vestirsi durante i nove mesi della gravidanza? Quali sono i capi basic del guardaroba della futura mamma? Sarà giusto investire nei vestiti premaman o è una spesa che può essere evitata? Quali vestiti prediliggere nei reparti premaman? Quali evitare? Qui vi diciamo tutto!

La gravidanza è tra i periodi più incredibili e delicati della vita di una donna che desidera diventare mamma. Incredibile per vertice di emozioni (spesso contrastanti) che porta con sé, delicato su ogni aspetto. A partire di quel corpo che cambierà settimana dopo settimana. Un corpo che sarà da capire, coccolare, accompagnare e… vestire! Oggi sono sempre di più i brand dedicati alle future mamme nonché quelli low cost che offrono una sezione per i nove mesi della gravidanza.

Vestirsi in gravidanza senza capi premaman

Èpossibile resistere nove mesi senza acquistare nessun capo premaman? Si può continuare ad usare il proprio guardaroba? Ebbene sì! E qui vi spieghiamo come.

Nonostante i brand dedicati alla gravidanza siano in forte aumento non tutte le future mamme vogliono/possono affrontare questa spesa, che spesso bisogna dirlo, non è delle più piccole. Ed è proprio per quello che sono sempre di più le donne che cercano di evitare i reparti premaman prediligendo abiti e look che possano poi riciclare/rimmetere anche dopo la gravidanza.

Un esempio su tutti? Chiara Ferragni. La fashion blogger ormai all’ottavo mese sfoggia ancora i suoi look di tutti i giorni anche post gravidanza, modificando però alcuni dettagli e usando i capi in modo diverso. Certo, bisogna ammettere che nonostante la gravidanza ormai molto avanzata, il pancino della futura mamma Chiara è davvero piccolino (possono essere davvero tantissimi i motivi di un pancione contenuto, dalla semplice costituzione a, per esempio, il diabete gestazionale e una dieta ferrea per prevenire eventuali complicazioni durante il parto). Una pancia contenuta che permette alla blogger una più grande facilità nella scelta dei suoi look.

Anche Kate Middleton è nota per continuare ad indossare vestiti non per forza premaman. Prima di loro due anche Angelina Jolie ha “aperto le danze” con i suoi lunghi abiti boho.

Quali sono gli spunti da seguire? L’abbinamento camicia oversize e leggings per esempio. T-shirt dalla vestibilità over indossati con una camicia in denim da lasciar aperta. Il must-have? L’abito taglia impero. Meglio ancora se leggerissimo e lungo, un po’ hippie chic. Utili anche le gonne a tubino elasticizzate, sempre se l’estatico in vita (da tenere sopra al pancione) non stringe troppo.

Giocate con gli abiti larghi, oversize e magari con taglio asimmetrico. E per i jeans? Chiara Ferragni indossa jeans dal taglio boyfriend, larghi e ampi. Buona idea sempre, anche qui, se la vita non stringe. Meglio sceglierli a vita bassa. E se i jeans non si chiudono più? Prima di investire in un paio di jeans premaman che probabilmente indosserete davvero pochissimo, optate per la fascia. Una fascia elastica che si trova facilmente online, da indossare sopra il cinturino (aperto) dei jeans. L’alternativa? Un maxi foulard da annodare.

L’idea più furba? Rybare qualche camicia dal guardaroba del futuro papà! Per poi declinarla in vari modi.

Capi premaman: quali scegliere

Avete vogllia di regalarvi qualche capo premaman? Ecco a voi quali sono i più utili. Un paio di pantaloni se proprio è un capo che indossate molto spesso. Un paio di pantaloni color nero, blu oppure un jeans. Che sia perfetto per le metà stagioni in modo da sfruttarlo al meglio (magari anche pensando ad una futura gravidanza). Un abito comodo e aperto sul davanti (così da sfruttarlo appieno anche durante l’allattamento). Canotte e magliette elasticizzate con scollo ad incrocio, comodo per allattare. Un paio di slip da gravidanza con fascia che possa sostenere schiena e pancione: questo un capo davvero consigliatissimo a chi soffre di mal di schiena.

Capi premaman: quali evitare?

I reggiseni, così come quelli per l’allattamento. Durante la gravidanza e dopo il parto il seno potrebbe subire parecchi cambiamenti e nessuno è potenzialmente in grado di prevenire se aumenterà (e di quanto) oppure no, se rimarrà invariato o se si modificherà leggermente. Inutile quindi avventurarsi in una spesa di certo non minima che potrebbe anche essere poi del tutto inutile. E ricordatevelo: non è (solo) una frase fatta: ogni gravidanza è a sé e non è detto che potrete riusare gli stessi vestiti, indumenti, accessori, intimo per un’altra gravidanza.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp