Jim Carrey tra film di successo e una vita privata disastrosa

Attore comico (e non solo) naturalizzato statunitense, è volto noto soprattutto del cinema internazionale, ma anche della televisione.

Nato il 17 gennaio del 1962, Jim Carrey ha interpretato numerosi e diversi ruoli durante la sua carriera cinematografica.

Si avvicina al mondo dello spettacolo sin da giovanissimo, tanto che a soli 10 anni scelse di inviare il suo curriculum al The Carol Burnett Show, preferendo, qualche anno dopo, dedicarsi alla carriera comica.

GUARDA ANCHE: Nicole Kidman, i suoi 10 film importanti

All’età di 16 anni Jim Carrey lasciò la scuola per intraprendere la carriera da attore comico. Iniziò a lavorare nei club esibendosi principalmente in imitazioni,fino a quando venne notato per il suo modo di recitare da Rodney Dangerfield.

Ecco dunque che la carriera di Jim Carrey iniziò ad essere più soddisfacente, fino a quando passò dalla televisione al cinema, recitando in “Introdicung…Janet” nel 1983.

Dopo alcune parti in diversi film, Jim Carrey raggiunge una fama immensa con il film “Ace Ventura-L’Acchiappanimali” uscito nella prima metà degli anni ’90 (1994). Nonostante una critica poco incoraggiante nei confronti del film, portando a Jim Carrey una candidatura per il Razzie Award come peggior attore esordiente, la sua celebrità decollò comunque.

Ace Ventura, infatti, venne molto apprezzato dal pubblico (anche in Italia) ed ebbe una buona risposta di botteghino tanto negli Stati Uniti, quanto in Italia.

Sempre nel 1994 debuttano al cinema altri due film con Jim Carrey come protagonista: “The Mask – Da zero a mito” e “Scemo & più scemo”. Entrambi ebbero un grande successo a livello di pubblico e di incasso, riuscendo a portare ancora più in alto il nome di Jim Carrey che vede così la sua carriera decollare definitivamente.

jim carrey - the mask
jim carrey – the mask

Un altro dei ruoli più riusciti dell’attore è quello dell’Enigmista in “Batman Forever”, interpretato nel 1995. A “Batman Forever” seguirono poi il secondo capitolo di “Ace Ventura – Missione Africa” e “Il rompiscatole”, pellicola diretta da Ben Stiller.

A questo punto Jim Carrey era più che affermato come attore comico, tanto da aver raggiunto il record di guadagno con oltre 20 milioni di dollari per il film “Bugiardo bugiardo”, ma il suo desiderio di non essere etichettato “solo” come comico lo portò di fronte ad un bivio. Carrey così accetto un compenso “basso” pur di interpretare un ruolo drammatico: il film in questione è “The Truman Show” del 1998.

jim carrey - the truman show
jim carrey – the truman show

Con l’interpretazione di “The Truman Show” Jim Carrey ottiene quanto sperato e forse anche di più. Il film infatti fu un grande successo e lui si meritò il Golden Globe come migliore attore protagonista.

Il secondo Golden Globe se lo aggiudicò nel 2000, vestendo i panni di Andy Kaufman in “Man of the Moon” e, negli anni successivi interpretò altri film fra cui spicca “Una settimana da Dio”, diretto da Tom Shadyac e dal grande successo con oltre 242 milioni di dollari guadagnati solo negli Stati Uniti.

jim carrey - una settimana da dio
jim carrey – una settimana da dio

Nel 2007 uscì nelle sale “Number 23”, thriller psicologico, mente nel 2008 Jim Carrey torna a dedicarsi alla commedia, arrivando poi nel 2009 ad essere protagonista di “A Christmas Carol” (produzione Walt Disney) recitando i ruoli di più personaggi, sette per la precisione.

Dal 2010, Jim Carrey ha partecipato ad altri film come “Pierre Pierre”, “i pinguini di Mr. Popper”, “The Incredible Burt Wonderstone”, “Kick-Ass 2”, “Scemo & più scemo 2”, “The Bad Batch”, “True Crimes” e “Jim & Andy: The Great Beyond. The Story of Jim Carrey, Andy Kaufman and Tony Clifton”.

La sua vita privata invece purtroppo non è mai andata di pari passo con il suo successo.  L’attore è molto attaccato dal pubblico per la sua posizione anti-vaccini, arrivando al punto di definire una legge della California “fascista”.

Per quanto riguarda le relazioni sentimentali, l’unica relazione stabile è avvenuta con Melissa Jaine Womer e il loro matrimonio durò quasi 8 anni. Non come i successivi: meno di 2 anni con Lauren Holly e qualche avventura con qualche collega del set, tra cui anche Bridget Jones alias Renée Zellweger.

Il caso che però ha scosso l’opinione pubblica è avvenuto in seguito al suicidio della sua ex fidanzata, lasciata qualche giorno prima del tragico evento. Era il 29 settembre 2015 e Cathriona White fu trovata morta nel suo appartamento di Los Angeles. Aveva solo 28 anni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp