5 errori beauty che ti fanno invecchiare

Il peggior nemico per la salute e la giovinezza della nostra pelle? Siamo noi stesse. Banalmente e senza rendercene (forse) conto, nonostante siamo consumatrici seriali in campo beauty, compiamo ogni giorno alcuni errori che ci fanno invecchiare prima del previsto!

Siamo delle consumatrici seriali di cosmetici, cerchiamo il miglior siero, la crema di ultima generazione, il fondotinta che fa miracoli e nasconde rughe, imperfezioni, macchie, usiamo device super tecnologici capaci di rimodellare, liftare, illuminare nella speranza di ingannare il tempo e restare giovani.  Eppure poi compiamo degli errori, apparentemente banali, ma gravissimi che compromettono, seriamente, la nostra bellezza. Quali?

Eccone cinque.

1) USARE TROPPO IL CELLULARE

È ormai assodato che la luce proveniente dagli schermi di tablet, pc e smartphone è responsabile del foto invecchiamento cellulare tanto quanto quella del sole. Si chiama luce HEV (acronimo di High-Energy Visibile light ovvero la luce blu-violetta, che fa parte dello spettro visibile) ed è quella che accelera il processo di ossidazione, stimola i cheratinociti e agisce sulla melatonina causando le odiose macchie. Ridurre la luminosità degli schermi è il primo step, usare cosmetici con Spf specifici quello successivo, indispensabile.
DA PROVARE: Skinceutical Aox + Eye Gel È un gel contorno occhi con  un trio di antiossidanti a rilascio mirato che combatte il fotoinvecchiamento  e i segni di affaticamento della zona perioculare.

 

2) DIMENTICARE DI APPLICARE LA CREMA SUL COLLO

Collo e décolleté sono le parti che invecchiano e cedono più velocemente, il collo soprattutto è una delle zone esposte costantemente alla luce e dove la pelle è più sottile e delicata, ecco perché tende a raggrinzirsi facilmente. Nella routine beauty  questa zona viene  spesso trascurata e si applica la crema solo sul viso.
DA PROVARE: Collistar Crema Perfezione Viso e Collo 
Ha un’azione liftante e lavora combattendo i cedimenti e favorendo tonicità e compattezza nella zona inferiore del viso.

3) DORMIRE POCO

Lo dice la scienza: dormire poco accorcia la vita. E fa venire le rughe aggiungiamo noi. Perchè è di notte che la pelle lavora per rigenerarsi, a patto che le sia dato il tempo per farlo. Che tradotto significa almeno 8 ore di sonno. La pelle segue infatti i ritmi circadiani, una sorta di orologio interno che regola il funzionamento dell’organismo e che si basa sull’alternanza della luce e del buio. Nel 2017 tre genetisti americani hanno vinto il Nobel individuando un gene specifico da cui dipende la sintesi di una proteina (Per) responsabile dei cicli vitali della pelle, capace di autoripararsi ogni 22 ore, è lei la responsabile della nostra “giovinezza”.
DA PROVARE: Helena Rubinstein Power Cell Night Rescue, Una crema mousse che agisce di notte per rimpolpare e ridensificare.

4)USARE TROPPO MAKE UP

La settimana di sola verdura, quella di succhi e centrifugati super healthy, quella a base di limone, etc. La settimana di detox dell’organismo, almeno una volta l’anno pare obbligatoria. E per il viso? Vi siete mai prese una settimana di detox totale dal make up lasciando respirare la pelle? Il make up penetra nella pelle, allarga i pori, rischia di soffocare le cellule anche perchè spesso i residui non vengono mai eliminati in maniera corretta (ma questa è un’altra storia, rimuovete sempre prima di andare a letto il trucco, vero?).
Provate, almeno un giorno la settimana, a fare una maschera esfoliante per pulire a fondo la cute, poi abbondate con una crema idratante. Sarà come regalare alle vostre cellule una settimana di detox.
DA PROVARE: Caolion Pore&Make Up Cleansing Stick
Un balsamo che si trasforma prima in olio per eliminare a fondo il make-up, poi diventa schiuma per purificare e liberare i pori da ogni residuo.

5) CONSERVARE MALE I COSMETICI

Mettere sulla mensola del bagno le proprie preziose creme per scattarsi un selfie va molto di moda ma il posto perfetto per conservare i prodotti di skincare è dentro un mobiletto, al riparo da luce e calore. dopo averli richiusi perfettamente. Un consiglio in più è quello di usare gli appositi bastoncini per prelevare le creme (evitando di infilare le dita che possono immettere eventuali microbi nella texture) o scegliere piuttosto flaconi con erogatore. I prodotti a base di Vitamina C o Retinolo poi, sono particolarmente delicati: soffrono se esposti alla luce del sole. L’ideale è conservarli nel frigo per mantenere la loro efficacia intatta più a lungo.
DA PROVARE: Bakel Thio-C è un vero e proprio booster di bellezza a base di Vitamina C pura che garantisce risultati visibili in soli 3 giorni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp