Caponata di pesce spada rivisitata da L’Uomo senza Tonno

Per le prossime feste di Natale o Capodanno vi suggeriamo un classico rivisitato della cucina mediterranea

Abbiamo incontrato Marco Giarratana, aka L’Uomo senza tonno e “Scièf Ambassador” di Averna, alla presentazione del Rituale Averna 2017. Marco ci ha suggerito questa tipica ricetta della cucina siciliana. che non prevede le melanzane.

LEGGI ANCHE: Amaro Averna: inconfondibile gusto italiano per Natale

La caponata è un piatto generalmente proposto come contorno o antipasto ma, la versione de L’Uomo senza Tonno, può anche essere un secondo piatto perfetto da preparare per la Vigilia di Natale.

Ingredienti per la Caponata di pesce spada per 4 persone

Filetto di pesce spada – 400 g

Sedano – 4 gambi

Cipolla rossa– 2 intere

Olive verdi denocciolate  – qualunque tipo in salamoia / 250 g

Capperi sotto sale – 200 g

Pomodorino ciliegino – 200 g

Olio extravergine q.b.

Aceto di vino rosso  – 1 tazzina

Zucchero – 1 cucchiaino

Sale q.b.

Preparazione

Immergere i capperi in una ciotola di acqua fredda per far loro rilasciare il sale. Asportare la pelle al pesce spada e tagliare il filetto a cubetti di max 2 cm per lato. Mettere da parte. Sbollentare in acqua non salata il sedano per 3 minuti, scolarlo e passarlo immediatamente sotto un getto di acqua fredda (o immergerlo in acqua e ghiaccio) per arrestarne la cottura e preservarne colore e croccantezza. In una casseruola, far stufare con un fondo d’acqua la cipolla tagliata a fette. Dopo 5 minuti aggiungere il ciliegino e far sudare aggiungendo un pizzico di sale. Dopo una decina di minuti di cottura – qualora si asciugasse il liquido in padella, aggiungere un po’ d’acqua – unire i capperi dissalati e le olive verdi tagliate a metà. Lasciar proseguire la cottura per 3 minuti. Aggiungere lo spada, che rilascerà lentamente la sua acqua e continuerà a cuocere il tutto. Quando il liquido si sarà quasi del tutto asciugato, aggiungere il sedano e sfumare con una tazzina di aceto di vino rosso in cui è stato disciolto un cucchiaino di zucchero. Aggiustare di sale, condire con olio extravergine d’oliva. La caponata si mangia fredda.

L’Uomo Senza Tonno è Marco Giarratana, cuoco autodidatta e musicista, siculo di nascita ma milanese d’adozione. Redattore musicale per diverse testate web dal 2005, nel marzo del 2012 apre il blog ww.uomosenzatonno.com in cui unisce le sue grandi passioni: cucina creativa, musica e scrittura dalle derive letterarie.

Dal 2011 al 2015 lavora come copy editor per l’azienda di e-commerce Groupon, dopo essere stato licenziato a causa di tagli del personale nel dicembre 2015, avvia un servizio di chef a domicilio che è culminato nell’estate 2016 in #TonnoInTour, gastro-couchsurfing in giro per la Sicilia in cui, in cambio di un letto su cui dormire, cucina per gli ospiti. Ha replicato il format nell’estate del 2017 in Puglia.

Oltre all’attività di cuoco, anzi Scièf a Domicilio, tiene lezioni di cucina, sempre a casa dei clienti. Hanno parlato di lui, tra gli altri, Il Corriere della Sera, La Sicilia, Vanity Fair e FineDiningLovers che lo ha incluso tra i 10 uomini più sexy del mondo food.

Ha collaborato con Dissapore, Scatti di Gusto, Pronto In Tavola di TgCom24 con una serie di videoricette e adesso tiene un blog su Il Fatto Quotidiano e scrive su Munchies, il sito food di Vice.

Sta attualmente scrivendo il suo primo libro che uscirà nei primi mesi del 2018 per Longanesi ed è testimonial per l’ONG Medici Senza Frontiere.

Parallelamente porta avanti la sua carriera da musicista: tra il 2007 e il 2010 ha pubblicato due album come cantante negli Psychocean, successivamente riveste lo stesso ruolo nella band stoner/grunge Jussipussi (“Greatest Tits” è uscito nel 2015 per Taxi Driver Records) ed è titolare del progetto electro/new wave Blackwhale con cui ha esordito nel settembre del 2016 con “Siberia” (Dubrum Soundz). Dal 2006 al 2016 collaborato come recensore musicale per il sito Il Cibicida.com.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp