Premio Pio Alferano 2017, presente anche Vittorio Sgarbi

Tutto è pronto per celebrare la serata del Premio Pio Alferano 2017. L'appuntamento è per il 22 luglio alle 21.00 presso il Castello dell'Abate di Castellabate.

premio pio alferano 2017

Spettacolo cultura ed arte saranno i veri protagonisti della serata dedicata al Premio Pio Alferano 2017, quest’anno rappresentato dalla scultura “Mediterraneo” di Nicolò Morales.

A condurre la serata sarà l’attrice Diana Del Bufalo, ma accanto a lei presenzieranno personalità di spicco quali il regista Pupi Avati, Livia Azzariti, Paolo Crepet, Piero Guccione, il sindaco di Firenze Dario Nardella, il generale dei Carabinieri Giovanni Nistri, il presidente di FareAmbiente Vincenzo Pepe, Franco Maria Ricci, Antonio Longo, Corrado Del Verme, Ricki Tognazzi, Simona Izzo e Gianfranco Vissani.

Diana Del Bufalo
Diana Del Bufalo
Pupi Avati
Pupi Avati

Sarà presente anche Vittorio Sgarbi, Direttore Artistico della Fondazione Pio Alferano e Virginia Ippolito.

Si tratta di uno degli appuntamenti più attesi dell’estate e al termine della premiazione si apriranno ben otto inaugurazioni di altrettante mostre allestite a Castellabate proprio in occasione del Premio.

Come dichiarato da Santino Carta, Presidente della Fondazione e ideatore del Premio: “Il Premio oggi rappresenta l’impegno costante di portare all’attenzione del pubblico quei valori imprescindibili di tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico, di cui l’Italia è senz’altro il paese più ricco al mondo. Fra i premiati di questa edizione vi è il sindaco di Firenze, Dario Nardella. Questa menzione è nata per elogiare il primo cittadino del capoluogo toscano che ha voluto un significativo progetto per la gestione e risoluzione dei tanti e gravosi problemi ambientali e culturali provocati dall’ingente flusso di visitatori che gravitano in una capitale mondiale del turismo quale è Firenze. L’esempio di Firenze, che pone al centro la tutela del patrimonio e il benessere dei cittadini, ci auguriamo divenga un vero e proprio modello. Come per tutte le edizioni abbiamo molti premiati illustri e abbiamo creato un considerevole circuito espositivo, il nostro Premio vuole essere sinonimo di arte e di cultura, di ambiente e di tutela, ciò per cui è nato”.

Ricki Tognazzi e Simona Izzo
Ricki Tognazzi e Simona Izzo
Gianfranco Vissani
Gianfranco Vissani
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp