David di Donatello: trionfa La Pazza Gioia

"La Pazza Gioia" sbanca tutto, insieme a Paolo Virzì (miglior regista) e Valeria Bruni Tedeschi (migliore attrice protagonista). Ecco tutti i vincitori del David di Donatello 2017.
Valeria Bruni Tedeschi

È stato il film di Paolo Virzì “La Pazza Gioia” ad aggiudicarsi il David di Donatello come Miglior film e come Migliore regia. Valeria Bruni Tedeschi migliore attrice, mentre il riconoscimento come migliore attore va a Stefano Accorsi.

Stefano Accorsi
Stefano Accorsi

La serata è stata presentata da Alessandro Cattelan, sempre con la battuta pronta e perfetto alla conduzione: ironico e divertente, si è rivelato la scelta azzeccata!

David di Donatello 2017: Roberto Benigni super-star

A Roberto Benigni è andato il Premio alla carriera. L’attore e regista è stato introdotto da un vero e proprio spettacolo nello spettacolo, in cui si sono susseguiti alcuni frammenti dei suoi film e della sua carriera: da “Non ci resta che piangere” alla toccante interpretazione della Divina Commedia dantesca, passando per “Il Piccolo Diavolo”, “Il Mostro”, “Johnny Stecchino” e il Premio Oscar “La vita è bella”.

Dopo i ringraziamenti e i complimenti al cinema italiano, considerato da lui il migliore al mondo, Roberto Benigni ha concluso il suo discorso dedicando il David e tutti i suoi successi alla moglie Nicoletta Braschi.

David di Donatello 2017: tutti i vincitori

Miglior Film a “La Pazza Gioia” di Paolo Virzì

Migliore Attrice Protagonista a Valeria Bruni Tedeschi per “La Pazza Gioia”

Migliore Attore Protagonista a Stefano Accorsi per “Veloce Come Il Vento”

Migliore Regista a Paolo Virzì per “La Pazza Gioia”

Miglior Attrice Non Protagonista a Antonia Truppo per “Indivisibili”

Miglior Attore Non Protagonista a Valerio Mastandrea per la sua interpretazione nel film “Fiore”

Premio David alla Carriera a Roberto Benigni

Migliore Sceneggiatura Adattata a Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti e Salvatore De Mola per “La Stoffa Dei Sogni”

Migliore Sceneggiatura Originale a Nicola Guaglianone, Barbara Petronio ed Edoardo De Angelis per “Indivisibili”

Miglior Film Straniero ad “Animali Notturni” di Tom Ford

Migliore Musicista a Enzo Avitabile per “Indivisibili”

Migliore Produttore ad Attilio De Razza e Pierpaolo Verga per “Indivisibili”

Migliore Documentario a “Crazy For Football” di Volfango De Biasi

Migliore Cortometraggio ad “A Casa Mia” di Mario Piredda

Migliore Autore Della Fotografia a Michele D’Attanasio per “Veloce Come Il Vento”

Migliore Regista Esordiente a Marco Danieli per “La Ragazza Del Mondo”

Migliore Canzone Originale ad “Abbi Pietà Di Noi”, musica e testi di Enzo Avitabile per “Indivisibili”

Migliori Effetti Digitali ad Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network per “Veloce Come Il Vento”

Migliore Montatore a Gianni Vezzosi per “Veloce Come Il Vento”

Miglior Scenografo a Tonino Zera per “La Pazza Gioia”

Miglior Film dell’Unione Europea a “Io Daniel Blake” di Ken Loach

Migliore Suono ad Angelo Bonanni, Diego De Santis, Mirko Perri e Michele Mazzucco per “Veloce Come Il Vento”

Premio David Giovani al film “In Guerra Per Amore” di Pierfrancesco Diliberto

Migliore Acconciatore a Daniela Tartari per “La Pazza Gioia”

Migliore Truccatore a Luca Mazzoccoli per “Veloce Come Il Vento”

Migliore Costumista a Massimo Cantini Parrini per “Indivisibili”

Commenti

comments