A Pitti la dedica di Paltò a Marcello Mastroianni

Paltò, vero riferimento per quanto riguarda il cappotto sartoriale e iconico, maschile o femminile, porta alla nuova edizione di Pitti Uomo, un modello carico di storia e significato. Si chiama Marcello, e non è altro che un vero tributo al grande Mastroianni, in occasione del ventennio della sua scomparsa.

Paltò si merita una menzione tutta sua, perché oltre a proporre con enorme successo un prodotto di qualità e dall’enorme potenziale a livello estetico, che sia per lui o per lei, è riuscito a colpire con una collezione maschile ricca e semplice.

Ricca per la ricerca, la manifattura, semplicemente bella. Nulla a togliere alla collezione femminile, l’uomo Paltò è davvero da togliere il fiato. Il marchio è indubbiamente riuscito ad imporsi sulla scena con un prodotto virile ma non troppo, vestendo un uomo contemporaneo, nomade, eclettico, intemporale ma soprattutto VERO.

Il cappotto da uomo Paltò

Il segreto del marchio è quello di rivisitare gli elementi dell’italianità pura e vera come lo stile certo, ma la sartorialità, la ricerca nei materiali e nei dettagli artigianali. Da sempre trae ispirazione nell’arte a tutto tomdo, e nei grandi personaggi che ne hanno fatto pate, a cominciare dal cinema.

Così, in occasione del ventennio della scomparsa del grande Marcello Mastroianni, Paltò dedica all’attore il cappotto Marcello, a manica raglan, dai volumi over e dalla vestibilità loose.

Questo il modello di punta della prossima collezione maschile fall-winter 2017/18 a breve presentata a Pitti Uomo a Firenze.

Paltò – modello Marcello
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp