Dal brevetto del primo mouse ai migliori in commercio: quali acquistare

Ad anni di distanza dal brevetto del primo mouse, questo piccolo ma utile oggetto oggi è sempre più tecnologico. I nostri consigli su quali acquistare.

migliori mouse

Il 17 novembre 1970 Douglas Engelbart, ingegnere elettronico americano, brevetta il primo mouse della storia. Oggetto diventato di uso comune, il mouse, in realtà, inizia la sua storia qualche anno prima, quando lo stesso Engelbart mette a punto un rudimentale dispositivo di puntamento grazie all’utilizzo di un involucro di legno al cui interno erano predisposti dei dischi metallici.

Il nome mouse gli è stato dato proprio perché ricordava la forma di un topolino (mouse, in inglese, significa topo appunto). Il suo meccanismo di funzionamento è sempre stato molto semplice: inizialmente permetteva di muoversi soltanto in senso orizzontale e determinava gli spostamenti all’interno del piano di lavoro. Il mouse era inoltre fornito di un pulsante, e in base al tipo di pressione esercitata su di esso, era in grado di trasmettere impulsi elettrici.

Il mouse è stato successivamente perfezionato da un collega di Engelbart, Bell English, che tra l’altro ha venduto il brevetto alla Xerox, azienda che nel 1973 realizza il primo mouse con la pallina. Steve Jobs, padre fondatore di Apple, ne sviluppa una versione ancor più avanzata per il primo modello di pc della mela morsicata. È stato proprio Jobs ad aver realizzato quello che è poi stato individuato come l’assetto definitivo del mouse.

migliori mouse

I migliori mouse oggi

Oggi il mouse ha raggiunto livelli di tecnologia assai avanzati. In commercio se ne trovano con sistemi ottico oppure laser (che hanno praticamente sostituito quello tradizionale con pallina), senza contare quelli wireless o Bluetooth (privi di cavo Usb da collegare al pc). Ecco una lista dei migliori mouse che si possono trovare in commercio!

  • Patouxun Zelotes 5500 Gaming Mouse – perfetto per chi è appassionato di videogames e utilizza il pc per giocare. Ha un sensore ottico e ben sette tasti che permettono di accedere a tantissime funzioni.
  • Logitech M185 – si tratta di un mouse wireless (ossia senza filo) che si alimenta grazie alla presenza di una batteria AA e che ha una dimensione media (né troppo piccola né troppo grande). Puntatore preciso, non richiede l’installazione di alcun software sul computer.
  • Logitech M705 Marathon – altro mouse senza fili, che si alimenta grazie alla presenza di due batterie AA, può contare sul supporto di un sensore laser che assicura grande precisione e sulla dotazione di otto tasti preconfigurati. Ottimo rapporto tra qualità e prezzo.
  • fitTek E19 – l’ultimo segnalato si collega al pc grazie ad un ricevitore. Le caratteristiche che lo distinguono dagli altri mouse presentati ruotano attorno al design: è leggero e soprattutto pieghevole, ottimo da portare in giro, nella borsa. Funziona grazie a due batterie AA.

Foto di copertina: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp