L’AIDS va di moda? Non per Donatella che si dissocia da Convivio

Sono state tante le reazioni piuttosto negative alla nuova campagna Convivio che mette in scena Donatella Versace e Franca Sozzani con il claim "L'AIDS è di Moda". Ma Donatella si dissocia: nessuna autorizzazione.

Una campagna choc quella di Convivio, piuttosto di cattivo gusto. Se l’obbiettivo fosse stupire, è cosa riuscita. Peccato che le reazioni sono tutt’altro che positive, a partire della testominial dell’ad: Donatella Versace.

La campagna alla quale ci riferiamo è quella di Convivio di cui vi parlavamo ieri. Oggi ci è giunta una comunicazione della Maison Versace in redazione. La Signora Versace intende dissociarsi del claim della campagna. Inoltre, non ha neppure autorizzato l’utilizzo della propria immagine.

Io ci metto la faccia, a te chiedo di fare shopping, meglio Fasion Victim che Aids Victim” recita la campagna. Donatella Versace invece si dissocia e reagisce alla campagna Convivio che usa il suo volto senza approvazione.

Riportiamo qui sotto le dichiarazioni ufficiali di Donatella Versace rilasciate all’Ansa:

Tengo a  far sapere di non aver dato la mia approvazione alla campagna relativa all’edizione di Convivio 2016 divulgata in questi giorni ‘L’aids è di  moda che non condivido. La mia lotta contro l’AIDS continua, con immutato impegno e con i mezzi e le parole più idonei“.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp