Milano Fashion Week minacciata da PETA

Non c'è settimana della moda senza intervento di PETA, specialmente se si trattano delle collezioni invernali. Sempre puntuali e fedeli all'appuntamento, le sostenitrici dell'organizzazione hanno revendicato un'azione oggi, durante il primo giorno di sfilate.

Oggi 24 febbraio, primo giorno di Milano Fashion Week FW16, modelle semi-nude con maschere a gas alle 11.00 in Piazza Duomo davanti alla statua di Vittorio Emmanuele II.
Lo scopo della manifestazione è quello di protestare contro le “pellicce tossiche proprio durante le sfilate milanesi dedicate al ready to wear.

Non c’è niente di chic nelle pellicce strappate dai corpi di animali che lottano per sopravvivere, le quali poi sono caricate di sostanze chimiche pericolose per le persone che le indossano“, dice il Direttore Associato di PETA Elisa Allen. “PETA invita tutte le persone di cuore a scegliere vestiti senza pelliccia per il bene della propria salute e per il benessere degli animali.
PETA si riferisce ad un recente studio che documenterebbe di sostanze chimiche pericolose e potenzialmente cancerogeni, presenti nell’abbigliamento con pelliccia, anche per i bambini.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp