MIPEL 2016: le grandi novità della manifestazione

Presentata la prossima edizione di Mipel. Il 2016 sarà un anno di grandi novità e importanti progetti presentati da Roberto Briccola e Riccardo Braccialini.

THE GLAMOUROUS, un progetto dedicato a buyer affermati e designer emergenti. Ma anche l’inedita area espositiva SCENARIO, un vero e proprio fashion hub delle collezioni di pelletteria e accessori.

Ecco i segni distintivi, le novità della nuova edizione di MIPEL, la più importante manifestazione internazionale di settore, in programma dal 14 al 17 Febbraio 2016 all’interno del padiglione 10 di FieraMilano-Rho.

Gli artefici del nuovo corso e percorso della manifestazione ovvero Riccardo Braccialini e Roberto Briccola, rispettivamente Presidente Aimpes e MIPEL, puntano così a far diventare la manifestazione, il più importante polo espositivo della pelletteria internazionale.

“L’obiettivo che ci siamo prefissati è ambizioso ma possibile, e dopo quasi un anno di lavoro cominciamo a vedere i primi segnali positivi e registrare i primi successi.” Commenta Riccardo Braccialini, Presidente AIMPES.

Dello stesso parere anche il Presidente MIPEL, Roberto Briccola, che spiega: “Siamo intervenuti sulla selezione e sullo scouting delle aziende e abbiamo ripensato al layout della manifestazione. Cercheremo di presentare un MIPEL esclusivo ed evoluto, in linea con le esigenze del mercato”.

Ecco allora THE GLAMOUROUS – Il quinto elemento: non più solo spazio espositivo, ma innovativo punto di congiunzione tra buyer affermati e giovani designer. 4 prestigiosi buyer “adotteranno” 4 designer di tendenza, dando visibilità alle loro collezioni sia all’interno dell’area dedicata in fiera, sia nelle vetrine dei propri store.

Del tutto inedito è il progetto SCENARIO, rivolto ai new brand e alle più interessanti realtà emergenti. Una nuova area espositiva, completamente allestita ed ispirata ai quattro elementi – aria, acqua, terra e fuoco – vero e proprio viaggio multisensoriale percorribile anche attraverso creazioni olografiche realizzate dall’azienda Archè-Touch the Future.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp