“Bererosa”: perché il vino rosato non è una cosa da femminucce

Prende il via la quarta edizione di “Bererosa”: a Roma più di 170 vini per conoscere o riscoprire il vino rosé.

Il 2 luglio Roma si tinge di rosa per una delle feste più attese dell’estate capitolina. I rosa protagonisti saranno due: quello degli oltre 170 vini italiani che “Cucina&Vini” (rivista bimestrale di settore) vi darà la possibilità di degustare all’interno della bellissima cornice di Palazzo Brancaccio; e quello dell’associazione “Incontra Donna Onlus”, che ha lo scopo di divulgare la conoscenza del tumore al seno e di sostenere le donne malate, dalla diagnosi alle fasi successive.

italy-504296_1280

Siamo contenti di presentare al pubblico romano Bererosa per il quarto anno consecutivo – spiega Francesco D’Agostino, direttore di Cucina & Viniuna manifestazione che da subito ha incontrato l’interesse del pubblico romano e che nella passata edizione ha registrato oltre i 3500 ingressi. Un riscontro del genere ha rappresentato un segnale importante per noi che con passione ci dedichiamo a questo settore della produzione vinicola italiana che, insieme a quella spagnola, è leader mondiale delle esportazioni.

L’evento “Bererosa” ha infatti come obiettivo quello di far conoscere, apprezzare e riscoprire una tipologia di vino spesso bistrattata: il rosato.

Che sia fermo o mosso, difficilmente si sceglie come aperitivo, si serve a tavola o si stappa per un brindisi, ma ora si sta registrando un’inversione di tendenza: “la gente ama bere rosa” – conferma D’Agostino – “e i dati lo dimostrano, con l’aumento del consumo di vino rosato a circa a 1mil200mila ettolitri solo in Italia”.

wine-791133_1280

La sera di giovedì 2 Luglio i saloni di Palazzo Brancaccio – bellissima dimora tardo-ottocentesca sul Colle Oppio – ospiteranno le 80 aziende provenienti da tutta Italia, che porteranno in degustazione il meglio della produzione “en rose”: dai rosé del nord leggeri e di facile beva, ai rosati del centro sud più strutturati e alcolici, per abbinamenti con piatti dai sapori più decisi.

E a proposito di piatti non può esserci evento dedicato al vino senza anche un valido accompagnamento gastronomico! Ed è per questo che nel giardino del Palazzo verrà allestita un’area “street food” con sei postazioni:
– “La Bottega dell’Oliva Ascolana” per cartocci di fritti ascolani, olive e cremini fritti al momento;
– “Mozao” per le tigelle;
– “Pescheria Meglio Fresco” per ostriche, gamberi, insalate di mare e fritti di pesce;
– “Ristorante Orlando Sapori di Sicilia” per le proposte tipiche e rivisitate della tradizione gastronomica siciliana;
– “ ‘Na Cosetta”, per delle insolite polpette su stecco accompagnate da salse golose;
– e per finire in dolcezza “Fantastick” con il gelato artigianale su stecco.

Vi assicuriamo che, specialmente nella stagione estiva, una volta scoperto il mondo del vino in rosa non lo abbandonerete facilmente. Cin!!

Info:
Quando _ giovedì 2 Luglio– h17.00 – 23.00
Dove _ Palazzo Brancaccio – viale del Monte Oppio 7 – Roma
Quanto _ 10euro (nel costo d’ingresso sono inclusi calice da degustazione e sacca porta bicchiere).

Commenti

comments