Amanda Seyfried parla di discriminazione di sesso: sottopagata rispetto agli uomini

Amanda Seyfried potrebbe scatenare un polverone ad Hollywood dopo le sue rivelazioni sulle sue retribuzioni. Discriminazione di sesso all'ordine del giorno.

Potrebbe scatenare un polverone quello che l’attrice 29enne Amanda Seyfried ha dichiarato al The Sunday Times. L’attrice ha deciso di parlare e ancora una volta sottolineare la discriminazione dei sessi ad Hollywood.

Nella sua intervista Amanda ci svela: “Qualche anno fa, in uno dei miei film a grosso budget, ho scoperto di essere pagata 10% in meno del co-protagonista maschile, quando il nostro status era simile. La gente pensa che dato che sono una persona tranquilla e che non ha paura di fare niente, mi farò pagare poco. Non è quanto ricevi ma quanto poco equo sia la cosa. Devi saper decidere se sei disposta ad andartene soprattutto se sei una donna“.

Ora i tabloids stanno speculando per scoprire a quale film Amanda si stia riferendo e di conseguenza a quale attore. Le proposte più plausibili sono “Dear John” dove ha recitato assieme a Channing Tatum nel 2010 e “In Time” del 2011 con Justin Timberlake, oppure a Ted.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp