Moda uomo lontano dalle passerelle: i 10 orrori di stile da evitare

Più neuroni e meno pettorali. La moda maschile impazza: dalle passerelle al web... ma lontano dalle sfilate, cosa succede davvero? Come vengono interpretate le tendenze?

Gli uomini commettono errori di stile ogni giorno, lo fanno senza saperlo perché per loro l’eleganza è un concetto complicato e antipatico. In questa settimana dedicata alla moda uomo ecco i miei consigli per non commettere errori di stile.

1) Il calzino bianco.
Che sia di cotone o di spugna (ancora peggio) è severamente bandito, antisesso e sgradevole alla vista. Non siete ad una partita di calcio, quindi cercate di abbinare la calza al resto dell’abbigliamento.

2) Pantaloni cadenti.
La moda del pantalone con il cavallo che tocca terra con mutanda a vista direi che è ben che passata. A meno che tu non sia Jay-Z direi che forse è meglio comprare un pantalone della taglia corretta.

3) Risvolto alla caviglia.
Specie in estate molti uomini risvoltano cosi tanto il pantalone, lasciando la caviglia scoperta, che ti viene da pensare: “Prossima meta Venezia?”…. e nel frattempo migliaia di ormoni femminili compiono un suicidio di massa.

4) Il pannolone.
Pantaloni ampi sul sedere e stretti alla caviglia che lasciano il dubbio sul fatto che uno possa essere parecchio dotato o usi un Tena per l’incontinenza.

5) Cintura con logo.
Visibile da chilometri di distanza. Pagata uno sproposito e le cui dimensioni sono direttamente proporzionali alla tamarraggine di chi la indossa. E mentre voi la fissate inorridite, loro pensano che stiate apprezzando il loro buon gusto e magari anche altro.

relaxed-498245_1280

6) La polo dentro i pantaloni.
Chiusa fino all’ultimo bottone nonostante i 90 gradi al sole. Non si fa perché anche l’uomo più intrigante dell’universo, spingerà le donne a volerlo spedire su un’altro pianeta.

7) Infradito in città.
Uomini non state camminando sulla sabbia di qualche spiaggia famosa, siete in città in mezzo allo sporco. Va bene per scendere a buttare la spazzatura, ma non a prendere un aperitivo con gli amici.

8) Camicia manica corta.
Magari sbottonata fino all’ombelico. Che viene da pensare se hanno perso i bottoni per strada o se vogliono far vedere i risultati di mesi di palestra. A volte più che i pettorali è meglio mostrare i neuroni.

9) Scarpe ortopediche.
Senza offesa per una delle case di moda che vanta prodotti di tutto rispetto, ma su queste scarpe… nel momento in cui le nominiamo (avete capito, no?) abbiamo già detto tutto e qui chiuderei la questione.

10) Ultimi consigli.
Come ultimo punto metterei insieme, canottiera a vista, rosari attorcigliati al collo, catene al polso alternate a bracciali fluo e occhiali a goccia con lenti fumè stile Poncharello. Magari il tutto mischiato insieme sarebbe davvero il massimo del trash. E speriamo non siano proprio queste tipologie di stile le protagoniste delle prossime passerelle maschili.

Commenti

comments