Arrivano in Italia Honor 4X e Honor 6+

Arriveranno a breve in Italia i nuovi modelli smartphone Honor 4X e Honor6+. Presentati al MWC, sono un concentrato di innovazione.

Due nuovi smartphone per il brand Honor che annuncia l’arrivo del modello 4X e 6+. Il primo è un modello 4G basato su sistema operativo Android 4.4 aggiornabile alla versione 5.0. La potente batteria da 3000mAh permette un utilizzo continuo fino a 72 ore, mentre la tecnologia di risparmio energetico consente di risparmiare fino al30% di batteria. Le connessioni di rete 4G, forti e stabili, riducono la possibilità di un passaggio al 3G, offrendo la più evoluta esperienza di rete wireless.

Honor 4X presenta un design dalle linee pulite ed eleganti che, traendo ispirazione da materiali e tessuti del mondo fashion, è vestito di una texture a raggiera metallica creata attraverso l’utilizzo di un taglierino a millimetro per diamanti, con l’obiettivo di ricreare l’effetto di un’impeccabile incisione.

Lo completano una fotocamera posteriore da 13MP, una frontale da 5MP e un display touchscreen da 5,5” con risoluzione HD.

Honor 6+
Honor 6+

Honor 6+ è il primo smartphone della serie Honor dotato di una doppia fotocamera parallela. La fotocamera 2x8MP, basata sul Principio Triangolare, permette di scattare foto fino a una risoluzione di 13MP con una velocità di fuoco pari a 0.1s e un’apertura di f0.95.

Il design termico di Honor 6+ presenta una superficie in grafite ultra-grande, pari a 138.2cm², che fa sì che il telefono mantenga sempre una temperatura adeguata e non si surriscaldi. Incorporando Dual SIM e Dual Standby, Honor 6+ non solo può passare al Dual 4G ma è anche in grado di ricaricare diversi device attraverso il reverse charging.

A testimonianza che a volte ‘less is more’, Honor6+mostra un rapporto scocca-schermo pari al 78.2%. Lo schermo Full HD LCD negativo da 5’5” all’avanguardia, con uno spessore di 1,85mm, offre un contrasto elevato da 1.500:1 e un’alta saturazione del colore pari a 85%.

Honor 4X e Honor 6+ saranno disponibili dal secondo trimestre 2015.

Commenti

comments