L’estetica visionaria di Daniele Carlotta

Daniele Carlotta si ispira a Quentin Tarantino per la nuova collezione Autunno-Inverno 2015-2016

La nuova collezione Autunno-Inverno 2015-2016 di Daniele Carlotta si ispira ad un linguaggio cinematografico di Quentin Tarantino, in cui si mixano generi come in un film ad episodi, dando vita ad affascinanti corto-circuiti narrativi. Il risultato è una “pulp splatter couture”, raffinata che unisce l’anima barocca e la sensibilità pop.

daniele carlotta fall-winter 2015-2016 milano fashion week (4)

Appaiono usciti da una scena di Kill Bill, i preziosi cabochon di Swarovski rubino, che vengono ricamati sugli abiti. È presente una iper femminilità fummetistica e sixties donata dai mini dress optical, che sembrano volteggiare nello spazio.

daniele carlotta fall-winter 2015-2016 milano fashion week (2)

silhouette molto costruite, con scollature vertiginose, seni in evidenza, vita stretta, volumi aderenti e forme balloon. I tagli romantici sono mixati a linee volitive, dando vita a blazer e pantaloni palazzo a vita alta, mini dress a sacchetto, mini dress al ginocchio e giacche da smoking sagomate e strettissime.

daniele carlotta fall-winter 2015-2016 milano fashion week (3)

Per la sera vi sono invece proposte hollywoodiane e couture. I tessuti utilizzati appartengono all’alta sartoria come il twill di seta, georgette, cravatteria maschile, organza di seta e satin di lana. Il mix and match visivo è anche realizzato in giocose opposizioni cromatiche e materiche: il velluto viene intessuto con lo chiffon, con il satin di lana o con l’organza ed il total black ed il bianco optical si alternano a sfumature come il giallo lime ed il rosso marsala.

daniele carlotta fall-winter 2015-2016 milano fashion week (1)

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp