Catastrofe Sony: gli hacker svelano conversazioni offensive su Angelina Jolie, Tom Cruise e Adam Sandler

E' già stato chiamato Sony Leak. Un attacco hacker sta mettendo in serio imbarazzo Sony e i suoi super manager...

Sony se la sta vedendo brutta. L’affare è già stato rinominato Sony Leak. La casa di produzione ha subito un attacco da parte di hacker chiamati “Guardians of Peace”. Un colpo grosso per il gruppo che sta divulgando pian piano il materiale raccolto.

Film non ancora usciti, stipendi di manager e attori, divulgati insieme a numeri di telefono che girano in rete insieme a mail con imbarazzanti dichiarazioni dei manager sugli attori. La Sony non ha potuto fare altro che scusarsi pubblicamente e ribattere dicendo che le dichiarazioni non erano che battute non offensive.

Vediamo alcune chicche che faranno arrossire i manager della casa di produzione. Amy Pascal, co presidente Sony, e il produttore Scott Rudin, si sono lasciati andare a commenti sul Presidente Obama mentre Angelina Jolie viene definita “Una mocciosa viziata di poco talento“.

David Fincher invece, in altre email, condanna la scelta dell’attore Adam Driver per “Star Wars” mentre definisce come “Una 28enne bipolare e lunatica” la produttrice Megan Ellison.

E se Tom Cruise è “troppo commerciale”, Adam Sandler “fa film scontati e non si capisce perchè bisogna continuare a pagarlo”.

Il gruppo “Gardians of Peace”, malgrado abbia violato la legge sulla privacy, ha messo luce sul dietro le quinte del business legato al mondo del cinema.

Fonte: Corriere.it

Commenti

comments