Cameron Diaz: “Ho pianto per i miei capelli” – Fashion Times

Cameron Diaz nota tanto per la sua bellezza che per la sua simpatia, dimostra ancora una volta di poter sedurre sia con le sue curve che con il suo humor. Esilarante nella sua ultima intervista con Jay Leno. Da non perdere!

Più bella che mai all’alba dei 40 anni, l’attrice/modella Cameron Diaz è stata ospite del Tonight Show with Jay Leno. Per l’occasione si è presentata in una mise semplice ma d’effetto. D’altronde con il suo fisico statuario sarebbe difficile trovare un abito che non le calzi a pennello. Una vestitino nero firmato Stella McCartney è bastato a sedurre il pubblico del noto talk show americano.

Venuta per promuovere il suo nuovo film “Che cosa aspettarsi quando si aspetta” che in Italia uscirà solo il 22 giugno, la Diaz recita assieme a Elizabeth Banks, Brooklyn Decker, Jennifer Lopez, Dennis Quaid e Joe Manganiello. Il film segue cinque coppie alle prese con il primo figlio e i cambiamenti che ne susseguono.

Ironicamente il presentatore le chiede del taglio di capelli molto più corto e Cameron racconta cosa è accaduto a dicembre del 2011: “C’è stato un malinteso con la mia amica che mi doveva tagliare i capelli. Mi arrivavano alle spalle e volevo solo accorciarli un po’ ma me li ha tagliati fino alle orecchie. E’ stato uno di quei momenti, non potevo… insomma sono scoppiata in lacrime. Mi sentivo così vulnerabile. Per una donna non avere più capelli così senza preavviso, oh mio Dio!“.

E’ stato dunque un errore il taglio così corto. Infatti lo scorso gennaio molti si erano chiesti come mai Cameron sfoggiasse questo nuovo look. Ecco la spiegazione!

Qui potete trovare l’intervista a Cameron Diaz in due spezzoni in cui racconta altri divertenti aneddoti sulle sue vacanze e una storia al quanto strana di quando si è seduta sul bambino di una sua amica… senza conseguenze ovviamente. Veramente divertente! A.R.

Diventa Fan di Fashion Times su Facebook e seguici suTwitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp