Daniel Arsham veste le vetrine di Dior per la Fashion Week

Da sempre Dior si lega al mondo dell’arte. Lo stesso Christian Dior adorava l’arte e gli artisti. Nel corso degli anni, la Maison ha dato vita a progetti prestigiosi come “Christian Dior and Chinese Artists” a Pechino nel 2008, oppure “Inspiration Dior” a Mosca nel 2011. Così, in occasione della Fashion Week, nasce un nuovo […]

Da sempre Dior si lega al mondo dell’arte. Lo stesso Christian Dior adorava l’arte e gli artisti. Nel corso degli anni, la Maison ha dato vita a progetti prestigiosi come “Christian Dior and Chinese Artists” a Pechino nel 2008, oppure “Inspiration Dior” a Mosca nel 2011. Così, in occasione della Fashion Week, nasce un nuovo progetto artistico di Dior con Daniel Arsham, artista originario di Cleveland Ohio, presentato nelle vetrine delle boutiques Dior di Paris, New York e Milano.

Le sculture in resina bianca di Daniel Arsham sintetizzano una civiltà futura, simbolizzata da un’architettura che racchiude una bellezza fredda ed entropica e conferisce potere alla natura piuttosto che alla cultura. Un progetto per il quale l’artista ha tratto ispirazione dalle pieghe degli abiti Dior degli anni ’40 e ’50, creando dei drappeggi in vetroresina che sembrano librarsi nello spazio delle vetrine attaccandosi alle persone o ai mobili, come ad esempio alla sedia a medaglione, simbolo storico della Maison.

Questa mitica sedia appare coperta da un lenzuolo drappeggiato che svolazza nel vento, mentre un altro lenzuolo avvolge invece la testa e le spalle di un manichino. Delle installazioni tutte da scoprire già da domani nel cuore del quadrilatero della moda a Milano. E.L.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Daniel Arsham veste le vetrine di Dior
Daniel Arsham veste le vetrine di Dior

Commenti

comments