Per l’Aida di Ozpetek i gioielli di Gianni De Benedittis

Disegnati e creati da Gianni De Benedittis del brand futuroRemoto, in collaborazione con Le Arti Orafe di Firenze, i gioielli per Aida, con la regia di Ferzan Ozpetek, che ha debuttato ieri, giovedì 28 aprile 2011, al Teatro Comunale di Firenze, per il 74° Maggio Musicale Fiorentino. Ottone, rame e argento per le fibule e […]

Disegnati e creati da Gianni De Benedittis del brand futuroRemoto, in collaborazione con Le Arti Orafe di Firenze, i gioielli per Aida, con la regia di Ferzan Ozpetek, che ha debuttato ieri, giovedì 28 aprile 2011, al Teatro Comunale di Firenze, per il 74° Maggio Musicale Fiorentino. Ottone, rame e argento per le fibule e i tanti bracciali indossati dai sacerdoti egizi. I lunghi orecchini e il pettorale di Amneris, entrambi in rame e argento, sono impreziositi da pietre dure naturali come lapislàzzuli, turchesi, malachite e quarzi.

Aida, Amonasro e gli altri prigionieri etìopi indossano imponenti pettorali in corallo naturale e madrepora. Nella progettazione dei gioielli Gianni De Benedittis ha voluto rivisitare le forme tradizionali del passato, senza tradire quel rigore di linee pulite, tipico dell’arte orafa antica. Tutto in armonia con le tonalità cromatiche dei costumi di Alessandro Lai. A.R.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp