In occasione del 50° Salone del Mobile Kartell presenta un progetto in onore di Milano, città che gli è stata vicina fin dai suoi esordi e che gli ha dato grandi soddisfazioni. Un “atto d’amore” dovuto che ha ispirato il lavoro di Kartell dando vita a un’inedita e originale collezione di sue icone rivisitate, reinterpretate… milanesizzate! Ogni maison, star chef, fotografo, designer, architetto, personaggio noto, partecipante allo straordinario progetto (eccone alcuni: Aspesi, Dolce&Gabbana, DSquared2, Etro, Antonio Marras, Missoni, Moschino, .normaluisa, Fabrizio Ferri, Paolo Spadacini, Gabriele Basilico, Fabio Novembre, Mario Bellini, Andrea Branzi, Fabio Volo, Linus, Francesco Bonami, Italo Rota per il Museo del Novecento, Silvana Annichiarico per la Triennale Design Museum, l’Accademia di Brera) ha trasformato, secondo la propria attitudine, uno dei pezzi cult di Kartell.

Successivamente Kartell organizzerà un’asta benefica e il ricavato della vendita di questi esemplari unici verrà interamente devoluto a favore della Fondazione Umberto Veronesi e, per un anno, chi farà acquisti presso il Kartell flagstore di Milano devolverà una percentuale (indicata sullo scontrino) alla fondazione milanese dedita al progresso delle scienze.

Il “bello” e il “buono” di Milano si sposano in un “atto d’amore” davvero speciale. E.M.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Missoni per KartellMissoni per Kartell