La “Malafemmena” di Totò diventa una fragranza

L’azienda Mansfield, partendo da un vecchio flacone di profumo appartenuto proprio ad Antonio De Curtis, nome d’arte Totò, ha riportato in vita la colonia che il Principe della risata utilizzava nel suo quotidiano, lanciando sul mercato Antonio De Curtis Uomo, profumo dalle note di testa piccanti, cuore dolce e fondo speziato. Ovviamente la fragranza non […]

L’azienda Mansfield, partendo da un vecchio flacone di profumo appartenuto proprio ad Antonio De Curtis, nome d’arte Totò, ha riportato in vita la colonia che il Principe della risata utilizzava nel suo quotidiano, lanciando sul mercato Antonio De Curtis Uomo, profumo dalle note di testa piccanti, cuore dolce e fondo speziato.

Ovviamente la fragranza non poteva che essere accompagnata da un album di ricordi in cui Totò racconta le sue intime abitudini, manie, paure ed emozioni.

Partendo da questo spunto è stato lanciata anche un’essenza femminile, dal nome che ricorda una delle più grandi canzoni (e successivamente film) interpretati da Totò: Malafemmena. Una storia d’amore che racconta la gelosia di Totò nei confronti della bellissima moglie Diana. Da qui l’ispirazione di per un profumo dalle note orientali e speziate che rispecchia questa donna carismatica e che, anche ad occhi chiusi, sa rievocare l’immagine dell’unico, vero, grande amore del Principe De Curtis.

Per una donna audace e di carattere” afferma Massimo Scalellache non ha paura di indossare una fragranza capace di far voltare gli uomini”. Il profumo è racchiuso in un elegante flacone rosso rubino con un tappo impreziosito da arabeschi serigrafati, il tutto in un cofanetto molto raffinato. “Abbiamo pensato al colore rosso perchè l’anima della donna che porta Malafemmena è profonda e passionale, come l’amore sfrenato che ha legato questa coppia” afferma Simona Scalella “siamo stati letteralmente rapiti da questa tormentata storia d’amore e dalla personalità di una grande donna che è rimasta sempre dietro le quinte di una relazione in bilico tra gioia e dolore, le due facce raccontate proprio nella canzone che il marito le dedicò”. F.A.

Commenti

comments