Uomo più fashion victim della donna!

Nonostante l’incoraggiante aumento del 10% sulle vendite rispetto allo scorso anno dei saldi in corso, i veri affari si fanno ormai in rete, che offre sconti e offerte tutto l’anno. I consumatori di oggi sono infatti più attenti e consapevoli e non aspettano più i saldi di fine stagione per effettuare i propri acquisti ma […]

Nonostante l’incoraggiante aumento del 10% sulle vendite rispetto allo scorso anno dei saldi in corso, i veri affari si fanno ormai in rete, che offre sconti e offerte tutto l’anno. I consumatori di oggi sono infatti più attenti e consapevoli e non aspettano più i saldi di fine stagione per effettuare i propri acquisti ma si rivolgono quotidianamente al web per trovare ciò di cui hanno bisogno. In particolare nel settore e-commerce abbigliamento, che ha registrato nel corso del 2009 un incremento del 42%.

Il dato è confermato anche da una recente ricerca condotta dal sito di shopping online Privalia.com su un campione di 14.000 soci attivi, che ha analizzato le diverse abitudini di consumo in rete, facendo emergere anche alcune tendenze e curiosità.

Tra i queste segnaliamo:

UOMO PIÙ FASHION VICTIM DELLA DONNA: il 46% degli intervistati dichiara di acquistare online solo prodotti griffati, e in particolare scarpe;

LE DONNE SONO PIÙ GENEROSE e acquistano non solo per sé ma soprattutto per figli, compagni e amiche come risulta dall’andamento delle vetrine natalizie di Privalia: i prodotti più acquistati sul sito durante le feste sono stati scarpe e abbigliamento sportivo per uomo, da destinare a mariti/fidanzati, e intimo/accessori, acquistati in diverse misure e quindi da destinare alle amiche.

SICILIA TRA LE PIÙ “SMANETTONE”: a sorpresa, l’isola si conferma tra le più attive sul web rispetto a regioni come Toscana o Piemonte, e si piazza al sesto posto dopo Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Lazio.

GLI EMILIANI I PIÙ SPENDACCIONI, I VENETI I PIÙ TIRCHI: facendo i conti in tasca i veneti saranno anche tra gli utenti più attivi sul web ma si dimostrano anche i più reticenti a spendere presentando uno scontrino medio di 94,40€ contro i 107,91€ dei colleghi romagnoli. (Osservatorio Privalia)

Home Page PrivaliaHome Page Privalia
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp