Geometria, scultura, volumi aerei. La primavera-estate 2010 di Mila Schon gioca con la forma e la costruzione dell’abito. Molta asimmetria anche nei giochi di intarsi e pannellature che creano lembi sfuggenti su pezzi costruiti di organza trasparente e drap di seta. Focus sulle spalle, sempre ben definite e disegnate.

Gli outfit, costruiti, sartoriali e architettati, vengono illuminati da bagliori di cristalli, che si depositano anche sulle calze nude. Nude effect anche per body, o maglie aderenti che creano cosi un trompe l’oeil imitando il color della pelle. Una collezione che si fa cosi rigida ma con dettagli fluidi e leggeri. E.L.

Mila Schon P-E 2010Mila Schon P-E 2010   Mila Schon P-E 2010   Mila Schon P-E 2010
Mila Schon P-E 2010   Mila Schon P-E 2010   Mila Schon P-E 2010
Mila Schon P-E 2010   Mila Schon P-E 2010   Mila Schon P-E 2010