La melatonina è un’ormone che il nostro organismo produce attraverso la ghiandola ipofisi, e che ha un ruolo fondamentale nel regolare il ritmo di sonno-veglia. Chiamata anche ormone del sonno, è prodotta solo quando fa buio, ed è quindi direttamente legata alla regolazione del nostro ritmo circadiano basato sul ciclo del giorno.

Per questi motivi, la melatonina è anche un integratore alimentare in vendita libera che aiuta le persone che hanno delle difficoltà a dormire e a ritrovare un ritmo di riposo corretto. È molto usata in caso di insonnia dovuta a stress e abitudini scorrette, nonché dai viaggiatori che lottano contro gli effetti del jet-lag. Oggi parleremo degli effetti positivi della melatonina per dormire meglio e in modo più regolare, ma anche del dosaggio consigliato e delle possibili controindicazioni.

Melatonina per dormire: i benefici

La melatonina è un’ormone che può avere molti effetti positivi tra cui:

La lotta contro certi disturbi del sonno

La melatonina può rivelarsi molto efficace nella lotta contro alcuni disturbi del sonno, come ad esempio l’insonnia. Assumere una compressa la sera prima di dormire consente un addormentamento più veloce e una notte senza risvegli. È comunemente usata da coloro che soffrono di ansia o di stress, e anche da alcune categorie di persone in momenti di particolare pressione, come gli studenti durante il periodo degli esami o i lavoratori che affrontano grossi carichi di lavoro.

Attenzione, però: la melatonina non risolve la causa del problema, che va ricercata e affrontata. Un disturbo del sonno è spesso provocato da cause psicologiche come quelle che abbiamo citato poco sopra – lo stress, l’ansia, ecc – ma può anche dipendere da cause fisiologiche o dall’ambiente in cui dormiamo.

Ad esempio, potrebbe venire dal materasso, che è spesso sottovalutato. I materassi troppo vecchi o inadatti alla nostra morfologia ci impediscono di dormire bene, possono provocare dei dolori muscolari, soprattutto alla schiena, e non ci offrono il riposo necessario. E quando si tratta di una coppia il problema viene raddoppiato, perché ogni partner ha le sue proprie esigenze in materia di sonno.

Trovare il miglior materasso matrimoniale per entrambi può non essere semplice, ma acquistando il tuo nuovo materasso su internet puoi spesso usufruire di un utilissimo periodo di prova in casa tua, nonché di consegna e reso gratuiti. Per cui prima di iniziare una cura a base di melatonina, assicurati di avere un buon materasso capace di fornirti il comfort di cui hai bisogno per riposare.

Allentare l’effetto del jet-lag

Le persone che viaggiano molto in paesi lontani che seguono altri fusi orari sanno di cosa si tratta. Il fatto di viaggiare molto e di cambiare spesso fuso orario può causare sul lungo termine dei problemi del sonno, delle difficoltà ad addormentarsi e un disturbo generale del ciclo circadiano. L’assunzione di melatonina aiuta a diminuire questi effetti e accelera l’acclimatazione ai nuovi orari.

Contro gli effetti dei turni di lavoro

Un po’ come i viaggiatori, i lavoratori che lavorano su turni giorno notte sono esposti con il passare dei mesi a dei disturbi del sonno che possono danneggiare la loro salute e le loro performance, con rischio anche di infortuni. La melatonina li aiuta ad adattarsi ai turni per essere sempre in forma.

Melatonina: l’importanza del dosaggio

La melatonina viene venduta sotto forma di integratore alimentare senza obbligo di ricetta. La trovi in qualsiasi farmacia o erboristeria. Ma se una volta la legislazione era flessibile sul dosaggio, dal 2013 le cose sono cambiate e gli integratori possono contenere massimo 1mg di melatonina, che è considerato il dosaggio corretto da assumere la sera prima di dormire. Al di sopra, i prodotti non sono più considerati integratori ma farmaci, con una tutt’altra legislazione e regolamentazione per la distribuzione e la vendita al pubblico.

Se 1 mg di melatonina non è efficace nel tuo caso, consulta il medico per eventualmente cambiare dosaggio.

Melatonina: le contro indicazioni

Tuttavia, nonostante la vendita libera della melatonina, Il Ministero della salute italiano sconsiglia l’assunzione di tale sostanza in combinazione con:

  • Gli anticoagulanti e gli ansiolitici, come la benzodiazepine.
  • L’alcool.
  • Gli antidepressivi come la nifedipina.

Inoltre, gli specialisti parlano sempre di cure brevi di melatonina e di evitare un uso prolungato e/o a dosi elevate, perché potrebbe provocare:

  • Cefalea
  • Vertigini
  • Stato di stanchezza generale
  • Forte sentimento di ansia.

In ogni caso, se hai dei dubbi riguardo all’utilizzo della melatonina per dormire, rivolgiti subito al tuo medico curante.