Nell’ultimo anno stilisti e designer hanno lavorato in circostanze estremamente insolite, nel vuoto, rivolgendosi a un pubblico le cui vite sono cambiate in molti casi in maniera incredibile. Per mesi hanno mostrato le loro collezioni virtualmente o in ambienti molto intimi. Nonostante ciò, anche in mezzo alle difficoltà, la creatività non ha smesso di regnare incontrastata.

Per l’autunno 2021, le collezioni sono state in linea con i tempi, mantenendo la chiave del comfort nella maglieria over. I vestiti di marca non hanno abbandonato lo stile, ma lo hanno adattato perfettamente al periodo storico attuale.

Spazio al colore

Le sfumature saturate sono entrate ancora una volta al centro dell’attenzione. Il gioco di colori che hanno proposto diversi stilisti appare in modo inaspettato,  come sono stati e sono inaspettati i giorni che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo. Jil Sander abbina il color senape al giallo limone, Miu Miu propone un rosa Big-babol al calendula, mentre ruggine e lavanda sono le tinte accostate da Patou: tonalità complementari e secondarie della ruota dei colori tutte mescolate e capovolte.

Maglioni dai volumi morbidi e dalle trame studiate

Se il 2020 ci ha insegnato una lezione, è che quando le persone ne hanno la possibilità scelgono il comfort. Le proposte relative alla maglieria seguono questa tendenza, e permettono di non dover abbottonare nemmeno un bottone. I maglioni sono stati pensati di ogni forma, comprese gonne lunghe, vestiti, e completi a due pezzi. Accogliente non significa necessariamente senza stile ed eleganza, tutt’altro! Lo si impara bene guardando le proposte di Gabriela Hearst, Altuzarra e Proenza Schouler, che offrono cashmere e lane in silhouette aderenti, capi tanto adatti per una serata fuori così come per un tè bevuto a casa.

Ampio spazio anche ai gilet di lana e cashmere, colorati e dalle fantasie di ogni tipo. Vi è un ritorno dell’uncinetto che è bene non lasciarsi scappare, e magari andare a ripescare quel vecchio regalo della nonna lasciato per troppo tempo nell’armadio.

Jeans dalla testa ai piedi

Il jeans è forse il capo più amato di sempre, quello maggiormente versatile e utilizzato a ogni età da pressoché chiunque. Questa stagione autunno-inverno lo vede al suo apice, sfruttato non solo come pantalone, ma anche come camicia, giubbotto e, soprattutto, tuta intera. Il jeans classico viene arricchito con dettagli di colore, tagli inconsueti e toppe di tonalità differenti. Inutile dire che per quanto riguarda i gilet, anche qui si avrà l’imbarazzo della scelta.

Più pizzo per tutti

Sappiamo che non se n’è mai realmente andato, ma il pizzo torna a gran voce anche in autunno. Dsquared, Valentino e Gabriela Hearst sono tra gli stilisti che più di tutti ci hanno mostrato vestiti lunghi interamente in pizzo, e se Valentino mantiene tonalità eteree, Dsquared gioca ancora con sfumature più decise, come un azzurro acceso che fa sognare solo a guardarlo. Così come i vestiti lunghi non mancano camicie e gonne di pizzo, da abbinare, perché no, a un maglione over.

Maxi-frange

Non stiamo parlando di capelli, ma ancora una volta di abbigliamento. Le frange iniziano ad apparire ovunque, dalle gonne ai coprispalla, fino a top da indossare sotto a giacche dal taglio maschile. Che siano di lana, cotone o pelle, la regola è una sola: che siano maxi! Se pensavate che si limitassero alle borse e ai giubbotti da cowboy, vi dovrete ricredere (e con molta probabilità ci prenderete gusto).

Per concludere

L’epidemia di Covid non ha messo i freni alla fantasia degli stilisti, e non resta che lasciarsi ammaliare dalle creazioni che hanno prodotto per l’autunno-inverno 2021. Un equilibrio perfetto per chi non vuole abbandonare la comodità ritrovata passando diverso tempo a casa, ma allo stesso tempo ama osare tra forme e colori.