Tutti i segreti dello smalto semipermanente

È arrivata l’estate e vorresti una manicure e pedicure perfetta con uno smalto che resista per settimane senza rovinarsi e farti perdere tempo? Oppure ami indossare lo smalto in qualsiasi stagione ma sei stufa di doverlo ritoccare di continuo?

smalto semipermamente

Per fortuna esiste la soluzione a questo problema: lo smalto semipermanente!

Molto più economico e meno invasivo della ricostruzione in gel, lo smalto semipermanente è pratico, dura nel tempo e assicura ottimi risultati. Il bello è anche che potete imparare ad applicarlo da sole. Ma come si fa? Ecco una mini guida su ciò che dovreste sapere sullo smalto semipermanente.

Smalto semipermanente: per unghie sempre al top

Avere le unghie pulite e ben curate è davvero essenziale, dato che le nostre mani sono spesso al centro dell’attenzione, così come i nostri piedi d’estate, quando calziamo scarpe aperte e sandali bijoux. Possiamo aver dedicato tempo ed energie a curare il resto del nostro look, ma se abbiamo unghie rovinate o con pezzi di smalto vecchio qua e là sarà stato un lavoro inutile. Purtroppo gli smalti normali spesso durano troppo poco e perdono brillantezza, ma non per questo dovremmo pensare di non avere altre opzioni. Iniziare a utilizzare lo smalto semipermanente, infatti, può essere la soluzione a tutti in nostri problemi. Sia che decidiamo di applicarlo da sole usando i kit ora in commercio, sia se preferiamo affidarci a chi fa l’estetista di mestiere, avremo la certezza di uno smalto che rimane perfetto come appena steso per 2-3 settimane.

Questo particolare tipo di smalto è un prodotto fotoindurente, una perfetta via di mezzo tra lo smalto comune e la ricostruzione in gel (molto più complicata e invasiva). È possibile applicarlo sia sulle unghie al naturale che su unghie con ricostruzione. Viene detto “fotoindurente” proprio perché si fissa alle unghie tramite l’irrorazione luminosa di raggi UV/LED, quindi se volete farvi da sole la manicure dovrete procurarvi alcuni prodotti oltre allo smalto specifico semipermanente. Serviranno infatti anche la base da stendere per primo e un fissante da applicare per ultimo, una lampada UV/LED e un solvente fatto apposta per gli smalti semipermanenti, così da poter rimuovere eccessi i di prodotto dalle dita o correggere sbavature.

Ora che abbiamo tutti i prodotti che ci servono, come possiamo applicare lo smalto semipermanente? Solitamente si consiglia prima di tutto di pulire bene l’unghia, sistemare le cuticole ed eliminare le pellicine, che potrebbero dar fastidio. Una volta fatto, ecco come procedere:

  • opacizzare l’unghia con l’apposita lima ed eliminare i residui e la polvere creatisi
  • stendere una passata di base, poi inserire le dita nell’apposito spazio della lampada UV/LED. Attendere di solito 30-60 secondi e poi estrarre le dita (il tempo potrebbe variare in base al marchio di smalto acquistato).
  • Applicare lo smalto semipermanente ed inserire le unghie in lampada. Ripetere sempre due volte, così da applicare due strati di semipermanente
  • Terminare con l’applicazione del top e inserire nuovamente le unghie in lampada.
  • Idratare le cuticole con un olio nutriente.

A questo punto potrete godervi le vostre unghie perfette per svariate settimane, senza preoccuparvi che si rovinino o che perdano lucentezza.

Fonte foto: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp