Lenzuola matrimoniali: quali sono le più adatte per l’estate?

In estate il caldo è sempre un nemico difficile da combattere, in qualsiasi ora del giorno.

lenzuola per estate

Anche quando si va a letto c’è bisogno degli giusti accorgimenti per stare quanto più freschi possibile.

È importante, dunque, sapere come scegliere le lenzuola matrimoniali adatte all’estate ed alle alte temperature.

Innanzitutto bisogna sapere che le lenzuola estive sono leggere e impalpabili, in quanto pensate per accompagnare con la giusta gradazione di calore la camera da letto. Le scelte possono cadere sulle fibre naturali o su quelle miste, dove solitamente viene aggiunta una piccola percentuale di elastina o di materiali acrilici, per rendere la fibra più elastica.

La scelta migliore riguarda le fibre naturali come il cotone, la canapa ed il lino. Questo perchè le fibre naturali assorbono l’umidità in eccesso e la liberano a piccole dosi nell’atmosfera, quindi aiutano a tenere il corpo asciutto, soprattutto nelle giornate più calde. Allo stesso tempo le lenzuola estive realizzate in fibre naturali apportano un naturale massaggio alla pelle e si rivela salubre nel contatto, soprattutto se dipinta con colori naturali. La sua gestione si rivela semplice, in quanto le lenzuola naturali possono essere lavate alle alte temperature e quindi disinfettate con cura.

Lo stesso discorso vale per le federe del cuscino. Inoltre, date un’occhiata al materasso: molti modelli hanno un lato invernale e uno estivo, fate attenzione a girarlo nel verso adatto alla stagione. Un ultimo accorgimento riguarda il copri materasso: spesso è di un materiale impermeabile, che può contribuire a surriscaldare il letto.

Di contro le fibre sintetiche accumulano umidità e rendono il sonno meno confortevole. Per quanto riguarda le trame, un grande classico della biancheria per la camera da letto sono le lenzuola matrimoniali a fiori. Fantasie delicate e romantiche che profumano di primavera e conferiscono all’ambiente un’atmosfera intima e rassicurante. Realizzate in puro cotone, seta, flanella, o lino: ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Il cotone

Questa fibra vegetale ottenuta dalle capsule mature delle piante è composta per il 95% di cellulosa. È leggera, morbida in grado di assorbire bene il sudore. Altri atout: non irrita la pelle, è molto resistente ai lavaggi ad alte temperature che eliminano i microrganismi responsabili delle infezioni cutanee. Questa fibra vegetale ottenuta dalle capsule mature delle piante è composta per il 95% di cellulosa. È leggera, morbida in grado di assorbire bene il sudore. Altri atout: non irrita la pelle, è molto resistente ai lavaggi ad alte temperature che eliminano i microrganismi responsabili delle infezioni cutanee.

Il lino

Dal notevole potere traspirante, le lenzuola di lino hanno una maggiore capacità di disperdere il calore dell’organismo e per questo sono altamente assorbenti e fresche. Inoltre, questi tessuti non trattengono né lo sporco né i microrganismi o i residui di detersivo e calcare e per questo sono anallergici e antibatterici.

La seta

Grazie alla sua struttura, simile a quella dei capelli umani, è il tessuto maggiormente biocompatibile. Non a caso è stata per secoli utilizzata come materiale medico per suture. È la più morbida delle fibre naturali, molto fresca in estate e calda d’inverno. Offre un buon isolamento termico e lascia traspirare la pelle.

Fonte foto: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp