Auto americane storiche: 4 modelli indimenticabili

Per il 55° anniversario della Mustang, analizziamo questa e altre auto americane storiche.

auto americane storiche

Era il 17 aprile 1964 quando alla Fiera Mondiale di New York, veniva lanciata la Ford Mustang (due anni dopo la presentazione del suo primo prototipo).  Negli anni quest’auto è diventata una “cult car”, nonché uno dei modelli preferiti degli  appassionati di corse automobilistiche.

Per celebrare l’occasione, abbiamo pensato di fare un salto indietro nel tempo, definendo quali sono le 4 migliori auto americane storiche di sempre.

Le auto americane che hanno fatto la storia

Ford Model T (1908)

Il più grande contributo degli Stati Uniti nella storia dell’automobile è probabilmente la Ford Model T. La visione di Henry Ford consentì alla classe media di accedere a un mezzo di trasporto economico ed efficiente, sostituendo in modo significativo i carri del 1900. Il prezzo della Ford Model T passò da oltre $ 800 nel 1908 – prezzo eccessivo per un lavoratore medio – a $ 260 alla fine del 1920. Il famoso salario da $ 5 al giorno, consentì a molti lavoratori Ford di acquistare un modello T con i loro risparmi.

Chevrolet Corvette (1953)

La Chevrolet Corvette nata nel 1953, è un’auto americana storica in vendita tutt’oggi. Di costruzione leggera, aveva un corpo con pannelli in fibra di vetro e un design molto attento. Tutto cambiò quando gli sviluppatori ebbero la fantastica idea di montare un motore V8 sotto il suo cofano. Fu così che nacque un mito: la migliore auto sportiva di tutti i tempi.

Ford Mustang (1964)

Nella lista delle auto americane storiche non poteva certo mancare la Ford Mustang che nel 1964, nasce come una coupé a quattro posti economica e dall’aspetto dinamico. Presto divenne uno dei pilastri fondamentali dell’era delle muscle car, grazie ai suoi motori V8 ad alte prestazioni. È stata la prima auto di molti baby boomers, generazione di americani nati tra il 1945 e il 1964.

Chrysler Voyager (1984)

A concepire la Chrysler Voyager è stato Lee Iacocca, affarista e dirigente della casa automobilistica Chrysler. Nel 1974 quando lavorava ancora alla Ford, propose l’idea di un minivan moderno, ma il piano fu respinto. Il prospetto fu accettato alcuni anni dopo da Chrysler, dando origine nel 1984 a quella che divenne presto un’auto americana storica e rivoluzionaria. Un minivan a sette posti estremamente pratico, da cui è discesa una nuova generazione di veicoli, progettati per rendere il trasporto delle persone più semplice e confortevole.

Fonte foto: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp