Da fotografa ad imprenditrice del Km0: Marida Anghileri e il suo agriturismo Il Ronco

Vivere le crisi come opportunità. Ce lo insegna la storia di Marela Anghileri, titolare e fondatrice dell'Agriturismo il Ronco, a Garlate (LC). Un passato da fotografa industriale e un presente da imprenditrice del Km zero davvero interessante.

Vivere le crisi come opportunità. È il mio primo pensiero ascoltando la storia di Marida Anghileri, titolare  e fondatrice dell’Agriturismo il Ronco, a Garlate (LC).

Un passato da fotografa industriale, la fine di una storia d’amore e una città, Milano, che non riesce a chiamare casa. È forte il richiamo del lago, della natura e delle montagne che fanno della provincia di Lecco un posto magico. Neanche un’ora di macchina dal capoluogo lombardo e approdati al Ronco sembra di essere in un altro mondo.

Il Ronco: la storia

Marida si fa coraggio e molla tutto: chiude la società con l’ex fidanzato, vende la casa in città e trova nella sua terra del cuore l’energia per ripartire. Si innamora di una cascina del 700, con bosco adiacente e tanto terreno. È completamente da ristrutturare ma ha tante potenzialità. Le intuisce e  trova nei suoi genitori degli ottimi compagni di avventura. Cominciano, con tanta fatica e ancor più coraggio. Giorno dopo giorno il Ronco prende vita: siamo nel 2004 quando sorge ufficialmente l’azienda agricola.

L’azienda agricola

Inizano a coltivare ortaggi, alberi da frutto (anche rari) e i primi olivi. È un lavoro durissimo e con risultati non immediati: la Natura esige rispetto di tempi lunghi, ma Marida non si perde d’animo.

Alle prime colture si affiancano gli animali da cortile, come maialini, pecore, capre e galline, giusto per citarne alcuni. Oggi il Ronco è un posto perfetto per avvicinare i bimbi alla Natura perché possono vedere da vicino tanti animali nel loro habitat ideale.

Ma non è tutto. L’azienda agricola è diventata un’impresa che produce prodotti a km zero di altissima qualità, venduti al pubblico e impiegati per i menù del ristorante.

Il Ristorante

Il Ristorante del Ronco si dispone su tre sale: una al piano superiore, una al piano inferiore interna e l’altra esterna; in media Marida accoglie 100 ospiti a serata. È possibile anche soggiornare al Ronco, in una delle tre stanze (una più bella dell’altra) disponibili nella struttura.

La cucina,  rigorosamente stagionale, propone menù decisamente ricchi. È ancora Marida a fare la differenza: oltre a gestire le prenotazioni  e a fare perfettamente gli onori di casa, è cuoca esperta e instancabile.

Vi lascio qualche foto, giusto per farvi venire l’acquolina in bocca, e poi vi invito a leggere qui, per  scoprire di più sulle meraviglie del Ronco, scoperte in compagnia della mia piccina di due anni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp