Come valorizzare il Made in Italy: intervista a Marco Carniello di Origin

Come valorizzare il Made in Italy? L'abbiamo chiesto a Marco Carniello, Direttore Divisione Jewellery & Fashion di Origin, il salone della manifattura italiana del comparto moda e accessorio.

Come nasce Origin? Origin nasce da un bisogno della “spina dorsale” del nostro sistema manifatturiero italiano – quello delle piccole e medie aziende produttive Made in Italy che ricercano una piattaforma internazionale e professionale per presentare le proprie competenze. E’ un progetto inizialmente sponsorizzato dalla Regione Veneto (2014) che negli anni ha preso una dimensione nazionale.

Come è evoluto il salone in queste 4 edizioni? Progetto avviato inizialmente a Vicenza e focalizzato sul distretto Veneto, dal 2016 il Salone di Origin si sposta a Milano per “fare sistema” con Milano Unica e presentarsi in maniera integrata verso i compratori internazionali del Made in Italy. Dalla sua nascita Origin ha presentato oltre ad aziende manifatturiere anche una selezione di Designers internazionali – i principali interessati alle competenze del Made in Italy. Nel 2017 il focus espositivo del Salone è stato tutto sulla Manifattura Italiana mentre i Designers sono stati “ospiti d’onore”, in visita alle aziende.

Come vengono selezionate le aziende? La selezione per Origin è imprescindibile e richiede uno scouting continuo da parte di IEG che collabora costantemente con le Associazioni di categoria. In questo modo verifichiamo che le competenze portate ad Origin rappresentino “eccellenze”.

In futuro state pensando di ampliare le categorie? Probabilmente no ma lavoreremo nel migliorare la categorizzazione e i “buying trails” per i visitatori – che faciliteranno il matching con le aziende. Crediamo sarà il Textile a crescere molto.

Perché è importante essere presenti a Origin, qual è il plus rispetto agli altri saloni? È l’unico Salone al mondo a fornire una selezione delle migliori competenze del Made in Italy al servizio delle filiere della moda…

Parliamo di nuovi media: come si posiziona il salone rispetto a web e social? Vogliamo sempre più valorizzare le storie e le persone che stanno dietro alle competenze manifatturiere. Per questo abbiamo lanciato delle campagne social che parlano degli imprenditori e delle persone che lavorano per le aziende ad Origin: People of Origin.. #weareOPB

Come vengono scelti gli operatori stranieri? La selezione è curata da un Team interno dedicato e che collabora con gli uffici ICE nel mondo. Il target sono gli uffici stile e i product managers delle medie e grandi aziende di moda nel mondo.

Progetti per il futuro? Replicheremo il modello di VICENZAORO che ha valorizzato il Made in Italy ed è diventata una Salone internazionale leader nel mondo. E porteremo presto le aziende direttamente nei principali mercati di consumo del Made in Italy.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp