Le perplessità espresse dalle mamme verso l’asilo nido sono moltissimo. Molti la definiscono un’esigenza moderna, dettata dal fatto che di questi tempi anche le mamme lavorano. Ma è veramente solo questo?

Asilo sì, asilo no

Facendo la blogger ogni tanto qualche mamma mi scrive, si confronta, chiede consiglio. Qualche giorno fa mi sono trovata a chattare con una mamma parlando proprio di asilo. E’ stato in parte anche istruttivo per me, perchè lei si è posta quesiti a cui io nemmeno avevo pensato. Abbiamo parlato di distacco, di malattie, di approccio alla socializzazione e di tante altre cose. Ammetto che l’iscrizione all’asilo è un passo importante. Ma non credo sia una scelta dettata solo dalle nuove esigenze lavorative. Il mondo cambia, i bambini non son più i bambini di una volta e l’asilo è una prima piccola scuola di vita.

Pro dell’asilo (perchè non vedo contro)

All'asilo
La festa di fine anno all’asilo. Elena Maria con le sue adorate maestre

Io ne ho molte di note positive a favore dell’asilo. A partire dal fatto che se si è fortunati e si trovano buone maestre avete dalla vostra un aiuto competente, che non è poco. Noi abbiamo lavorato insieme alle maestre di Elena Maria, ci siamo fatti consigliare ed insieme abbiamo affrontato per esempio il grande mostro della nanna. -Grande mostro per noi genitori, ovviamente-. Con il loro aiuto abbiamo, per esempio, consolidato la nanna nel lettino e non nel lettone. La cosa ci ha restituito i nostri spazi, ma soprattutto mi ha restituito il mio spazio visto che io ero quella che dormiva con una cozza incollata al braccio.

L’asilo ha insegnato alla mia piccola a rapportarsi ad altri bambini, ma cosa più importante ad altri adulti. Adulti che dettano regole che vanno rispettate, da tutti, in egual modo.

Ha anche preso delle malattie, è vero. Alcune più serie come la varicella (ma era vaccinata)  e altre meno come banali influenze intestinali. Quelle che prendono i bambini sapete? Quelle che loro stanno male mezza giornata e tu, il padre, i nonni, gli zii, i cugini e tutto il vicinato inspiegabilmente passate una settimana sul water, avete presente? Ecco io in questo sono spartana, meglio prima che dopo, e ciao.

Il distacco

L’unico argomento su cui mi sono trovata a riflettere anche io quando l’ho iscritta è stato il distacco. Mentre le attività odierne, una volta consolidato l’inserimento sono vissute solo da lei, questa è la parte che coinvolge entrambe. Elena Maria ha fatto un inserimento molto veloce e quando le maestre mi hanno detto è pronta io sono rimasta basita. Ma avevano ragione. Gli occhi e il cuore di mamma non volevano vedere, ma avevano ragione. In questo comunque ogni bambino è diverso e chiede tempi diversi.