6 curiosità sul caffè che probabilmente non sapevi

Il caffè: un alleato indispensabile per la nostra quotidianità, che sa come risollevarci dallo stress e come regalarci quelle energie indispensabili per aggredire la giornata con grinta e positività.

Nonostante il fatto che il caffe sia diventato una componente oramai all’ordine del giorno, non sono pochi i cambiamenti e le curiosità che gravitano intorno alla miscela nera. Innanzitutto, negli ultimi anni sono tantissimi i consumatori che sono passati dal classico macinato alle cialde caffe, al punto che oggi anche queste sono  facilmente reperibili anche online, un’ulteriore avvisaglia del cambio delle abitudini d’acquisto dei consumatori. Nonostante tutto ciò le curiosità sul caffè che probabilmente non conosci sono davvero numerose e molto interessanti, vediamone alcune insieme.

Il caffè e la sua vena artistica

Delizia per il palato, ma anche per gli occhi. Lo sapevi che il caffè è stato sin da subito protagonista d’arte? Sin dal suo arrivo in Europa e in Italia, infatti, il caffè è diventato immediatamente un soggetto amatissimo dagli artisti: basti pensare al pittore Francisco De Zurbaran (con il quadro “Piatto di Cedri”), o al francese Manet, grazie al suo dipinto “Donna con Caffettiera”. E non è rimasta insensibile nemmeno la musica: il famosissimo compositore Bach, infatti, ha dedicato al caffè addirittura una ballata, la Kaffeekantate.

Caffè: l’origine del nome è “eccitante”

Sull’etimologia della parola “caffè” si rincorrono mille voci e leggende, ma una delle più coinvolgenti e credibili è quella che vede il nome della famosa bevanda derivare dalla parola “qahwa”, che significa “eccitante”, e dalla quale poi avrebbero preso piede le parole “kahve” (turco) e l’italianissimo “caffè”. Altri, invece, pensano che la parola caffè derivi dal nome della regione che, per prima, ospitò questa pianta: la Caffa, in Etiopia.

Chi beve più caffè in tutto il mondo?

Gli italiani consumano tonnellate di caffè, così come i sudamericani, ma sono altre le popolazioni mondiali che vantano il record di consumo di caffè: parliamo della Finlandia, che ogni anno consuma circa 12 chili di chicchi per abitante. E c’è anche chi riesce a fare a meno del caffè: a Porto Rico, lo si beve pochissimo.

Il caffè previene il Morbo di Parkinson?

Stando ad alcuni studi scientifici, il caffè aiuterebbe a prevenire il morbo di Parkinson, insieme a tante altre patologie direttamente collegate all’azione degenerante dei radicali liberi. Questo perché la caffeina e le altre sostanze contenute in questa bevanda possiedono delle notevoli proprietà anti-ossidanti, che aiutano a mantenere sano l’organismo.

Il caffè fa dimagrire?

Lo sapevi che il caffè può anche aiutarti a perdere peso? La suddetta proprietà emerge per via del fatto che questa bevanda ha il potere di accelerare il metabolismo, e dunque di velocizzare lo smaltimento di grassi e di chilocalorie. Ovviamente, da solo non ha alcun beneficio: devi sempre e comunque fare sport!

Il caffè migliora le prestazioni sportive

Se deciderai di fare sport per dimagrire, sappi anche che il caffè ha un’azione benefica sul corpo quando sottoposto a stress fisico (ma anche psicologico). In pratica, consumare caffè spinge l’organismo a produrre una maggiore quantità di adrenalina.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp