Moda uomo: tendenze Primavera-Estate 2018

La parola d'ordine di questi 3 giorni è stata “Youth” sia come interpretazione delle collezioni, sia come designer proposti.

Anche perchè con la svolta delle sfilate co-ed – ovvero i marchi che hanno deciso di far sfilare le collezioni uomo e donna insieme – le settimane della moda maschili, compresa quella meneghina, sono naturalmente destinate a scomparire, almeno che non si attui un veloce processo di rinnovamento e novità.

Ci sono state tra le solite sfilate ispirate all’uomo manager, tante belle sorprese. In particolare da Versace, N° 21 e Andrea Pompilio. E poi una novità molto interessante: il debutto in passerella del brand GCDS (God can’t destroy the streetwear).

Ecco le nostre impressioni sulle nuove collezioni presentate durante la settimana della moda

Donatella Versace ha la straordinaria capacità di guardare sempre avanti e di non tradire mai il suo heritage, Versace è Versace e già l’invito a palazzo in via del Gesù, cuore del marchio da parte di Donatella, faceva prevedere grandi cose.

Ha deciso di onorare il fondatore della maison Gianni Versace utilizzando le stampe storiche con un attitude da millenials.

In questa collezione ci sono le due anime della casa: Donatella e Gianni rappresentate perfettamente dalle iconiche camice di seta.

Guardarla è stato un po’ come stare su una macchina magica che da una parte ti dava la possibilità di vedere con un occhio il passato mentre con l’altro il futuro, o meglio, il contemporaneo.

Alessandro dell’ Acqua presenta una collezione all’insegna della vacanza e della leggerezza, ispirata ad alcune foto fatte a Matt Dillon da Bruce Weber negli anni 80. La collezione n° 21 presenta capi decorati con immagini di surfisti, dettagli in vinile, jacquard e check a contrasto.

Anche Andrea Pompilio si ispira all’arrivo dell’estate con lo slogan Hello Holidays – The beat is on the set- fasten your seatblet and get ready for takeoff.

Presenta una collezione leggera pensata per le vacanze in territori baciati dal sole con look pieni di giochi di contrasti che danno un attitude disimpegnata, ma studiata.

Una collezione giovane che non ha tradito le aspettative e che ti fa desiderare di avere ogni singolo pezzo: dalle t- shirt alle sneakers ricoperte di frange.

GCDS: il più social media dei brand presenti in calendario, guidato da Giuliano Calza, presenta maxi loghi e colori importanti.

La sfilata è stata  parecchio criticata da alcuni puristi del fashion, soprattutto nostrani, che non hanno forse ben capito che il pubblico della moda si è evoluto e vuole un prodotto nel quale possa riconoscersi.

La collezione GCDS è ispirata all’estetica sportiva con forti blocchi di colore e slogan Sea- riusly.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp