Jacques Prévert: le poesie più belle

Poeta e sceneggiatore francese, Jaques Prévert ci ha regalato e lasciato in eredità moltissime poesie d'amore e non solo. Ecco le più belle.

Jacques Prévert

Nata sotto la luce del surrealismo, la poesia di Jaques Prévert si è poi sviluppata toccando anche punte di ironia, anche se il filo conduttore della maggior parte delle sue opere è legato al tema dell’amore, inteso come unica salvezza del mondo.

Tra le sue molte opere, “Paroles” (1946) è probabilmente la più nota e quella che ottenne un maggior successo di critica e pubblico.

Jacque Prévert: amore poesie

Tre fiammiferi accesi

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L’ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo tra le braccia.

Il giardino

Mille anni e poi mille
Non possono bastare
Per dire
La microeternità
Di quando m’hai baciato
Di quando t’ho baciata
Un mattino nella luce dell’inverno
Al Parc Montsouris a Parigi
A Parigi
Sulla tera
Sulla terra che è un astro.

Sabbie Mobili

Demoni e meraviglie
Venti e maree
Lontano di già si è ritirato il mare
E tu
Come alga dolcemente accarezzata dal vento
Nella sabbia del tuo letto ti agiti sognando
Demoni e meraviglie
Venti e Maree
Lontano di già si è ritirato il mare
Ma nei tuoi occhi socchiusi
Due piccole onde son rimaste
Demoni e meraviglie
Venti e Maree
Due piccole onde per annegarmi.

Jacques Prévert

Crediti: press.ina.fr

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp