Oliviero Toscani: il maestro delle campagne choc

Il fotografo italiano compie settantacinque anni. Zoom e retrospettiva sullìuomo che fece della provocazione una ragione di vita nonché uno dei pilastri della propria carriera.

Il 28 febbraio compie gli anni un’istituzione della fotografia italiana: Oliviero Toscani. Fotografo, esteta, artista, provocatore prima di tutto.

Difficile trovare qualcuno che non lo conosca. E quando mai il nome non dice nulla, basta nominare una delle tante campagne che lo resero famoso. Il bacio passionale tra prete e suora, apparati genitali di tutti i “colori”, di tutte le etnie. tre cuori in bella vista. Tutte pubblicità scandalo realizzate per Benetton. Questo è Toscani: provocazione allo stato pure. Scatti che disturbano volutamente. Che fanno discutere.

Oliviero Toscani tra sesso, anoressia e razzismo

Come il più recente scatto ad una giovane francese anoressica, che scatenò non poche polemiche. Uno scandalo che fece battere le montagne a suon di “eh no, questa volta ha esagerato sul serio”. In realtà, nulla di nuovo. Uno scandalo tutto nuovo, ma che non aveva proprio nulla da invidiare a tutti gli altri. Milanese doc, è proprio il capoluogo lombardo che poco fa consacrò lui una mostra ripercorrendo 50 anni di fotografie.

La campagna choc di Nolita contro l’anoressia

Oliviero Toscani: mostra e workshop

Oltre alle foto delle campagne, anche tanti ritratti fatti a personaggi come Lou Reed, Andy Warhol, Muhammad Ali o ancora Patty Smith. Per festeggiare il suo settantacinquesimo compleanno, Toscani ha organizzato tutta una serie di workshop in tutta Italia.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp