App per incontri: consigli per usarle in tutta sicurezza

Come utilizzare le app per incontri evitando qualsiasi potenziale pericolo per la propria sicurezza. Ecco una guida completa per fare i vostri incontri in totale sicurezza

app per incontri

Incontrarsi dopo essersi conosciuti online. Dopo aver chattato o essersi visti in foto. Sono davvero numerose le app per incontri che permettono di intercettare il possibile partner a poca distanza.

E questo mercato è particolarmente fiorente, con tutti numeri positivi. Soltanto in Italia, secondo uno studio del Center for Economics and Business Research, le app per incontri genererebbero un giro d’affari di 6,7 miliardi di euro, che comprendono pure l’indotto, ossia fiori, ristoranti e regali vari.

Considerando soltanto app e siti dedicati, siamo a 4,3 miliardi di euro nel 2016. Un mercato talmente fiorente che bisogna fare molta attenzione. Perché la serietà non è di tutti. E nel caso di incontri (quasi) al buio, le precauzioni da prendere sono parecchie. La sicurezza deve venire al primo posto, ricordatelo sempre. Chi sta dietro a uno schermo o digita via smartphone, sa che in qualche modo è protetto dall’anonimato. E può provare ad adescare, soprattutto in caso di ‘vittime’ particolarmente giovani e quindi meno esperte.

Ciò non vuol dire che le app per incontri siano pericolose. Come per tutto ciò che gira sul web, l’importante è utilizzare alcuni accorgimenti e poi ci si può dedicare all’incontro. In Italia, secondo lo Statistic Brain Research Institute, sarebbero nove milioni gli utenti che hanno utilizzato almeno una volta un’app di dating online. Negli Stati Uniti, il 90 per cento dei 54,3 milioni di single.

app per incontri uso sicuro

App per incontri: consigli per l’uso sicuro

La prima cosa da fare è capire se il profilo della persona che interessa è affidabile, se le foto sono reali. Dare un seguito alle chiacchierate via chat, sentendosi al telefono, è un’altra precauzione assolutamente da tenere presente prima di incontrare qualcuno dal vivo. Ormai, con l’ampio uso che si fa dei social, non è difficile andare sulla pagina Facebook della nuova conoscenza per confrontare eventualmente le foto inviate, le informazioni avute. Non solo Facebook, ovviamente, ma anche gli altri social.

Nel momento in cui si è sicuri dell’identità dell’altra persona, il primo incontro va fatto in un luogo affollato. Meglio di giorno che di sera. Meglio arrivare all’appuntamento con mezzi propri senza farsi venire a prendere o riaccompagnare a casa in auto. E con qualche amico, che agli occhi dell’altro apparirà anonimo ma che potrete chiamare in caso di aiuto.

Prima di iniziare l’incontro, dite che potreste avere un contrattempo improvviso che vi costringerà a interrompere l’appuntamento. Scusa da sfruttare se qualcosa, durante l’incontro, non vi torna o vi suona strano. Davanti alla tastiera, successivamente, potrete spiegare cosa vi ha turbato a salutarvi definitivamente con quello che non potrà mai essere il vostro partner. Se invece le cose vanno bene, prima di accettare un altro appuntamento da soli, chiedete di conoscere qualche familiare per capire l’ambiente sociale in cui vive l’altro.

Non dimenticate che più il sito o l’app per incontri è affidabile, più sarà plausibile avere a che fare con persone serie. Quindi, preferite le app che richiedono l’iscrizione compilando lunghe schede dettagliate. Alcuni tracciano un vero e proprio profilo psicologico e una commissione valuta se ci si può iscrivere o meno. La piattaforma scelta dà la possibilità di segnalare o bloccare immediatamente gli utenti? Anche una ricerca su internet permette di leggere recensioni e giudizi di altri clienti sull’app in questione.

app per incontri sicurezza

App per incontri: a cosa fare attenzione

Ora che vi siete registrati e avete iniziato a interagire, diffidate da chi dimostra il classico colpo di fulmine. Probabilmente, l’unico interesse è quello di truffare o molestare. Risposte vaghe e incoerenti non sono un buon inizio, benché un po’ di mistero sia ammissibile. Non spostatevi, su richiesta dell’altro utente, su altri siti, ma continuate sull’app iniziale.

Insospettitevi pure se la conversazione inizia in modo troppo piccante, se chi vi parla via chat vi chiede delle foto. Se alla vostra richiesta, vi arrivano foto troppo sgranate o prese palesemente da internet. Sui motori di ricerca, non è difficile verificare se un’immagine sia già presente su altre pagine web. Niente dati personali reali, come indirizzi, numeri di telefono fisso, email o recapiti di alcun genere. E’ possibile aprire un account apposito per ricevere i messaggi del sito di incontri. Ci si può sentire al telefono attraverso software, senza usare il telefono reale.

La conoscenza virtuale va portata avanti per un periodo prolungato. Meglio offrirsi di fare una videochiamata, che smaschererà la maggior parte dei molestatori. Durante la telefonata, fate domande e ascoltate con attenzione le risposte per evitare di imbattervi in una registrazione. Tagliate ogni contatto in caso di richieste di denaro.

Siccome la prudenza non è mai troppa, ma parecchie coppie si sono conosciute proprio online, seguite comunque il vostro istinto. Non sbaglia spesso.

Photo: Pixabay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp