Imparare a progettare design: Workshop Open di MADE.COM

Due ore in compagnia di MADE.COM e dei finalisti di Emerging Talent Award 2016 per capire come immaginare un progetto vincente (e presentarlo). [Moon Kim di studio KIMXGENSAPA - studio vincitore ETA2016 con il progetto CAIRN].

Moon Kim di studio KIMXGENSAPA - studio vincitore ETA2016 con il progetto CAIRN

Sabato 1° ottobre dalle 11 alle 13 in via Cerva 25 MADE.COM organizza un appuntamento open per gli appassionati di design che vogliono diventare veri professionisti. L’occasione è Design City Milano, dall’1 al 9 ottobre in tutta la città, una bella sorpresa e magari l’occasione per godersi incontri e presentazione senza la frenesia del salone del mobile di aprile.

CAIRN di KIMXGENSAPA Design Studio - progetto vincitore ETA2016
CAIRN di KIMXGENSAPA Design Studio – progetto vincitore ETA2016

L’idea c’è: prendersi un po’ di tempo per pensare il design e ragionarci su, perché bisogna sempre fermarsi un attimo prima di prendere la rincorsa e saltare nel futuro giusto. MADE.COM, che di futuro, pensiero e design se ne intende, ha approfittato di questa occasione per organizzare un workshop aperto a tutti che occuperà il bellissimo spazio SPIN di via Cerva 25, sede di Ars et Inventio e della temporary showroom dell’e-store londinese, per parlare di Social Innovation & User Centered Design, che significa: in che direzione stiamo andando e in che modo il design può aiutarci nella vita di tutti i giorni?

Andrea Chiarelli ed Enrico Ferraresi di Sedicigradi - finalista ETA2016
Andrea Chiarelli ed Enrico Ferraresi di Sedicigradi – finalista ETA2016
SCRITTOIO di Andrea Chiarelli by Sedicigradi - finalista ETA2016
SCRITTOIO di Andrea Chiarelli by Sedicigradi – finalista ETA2016

A parlare sarà Jacopo Chirici, neo country manager MADE.COM, ma soprattutto saranno i finalisti e i vincitori di Emerging Talent Award, il contest con cui ogni anno MADE.COM e la sua community on line scelgono il miglior progetto inedito fra quelli proposti da centinaia di giovani designers. L’obiettivo è trasformare il progetto in oggetto, il sogno in realtà, mettendolo in produzione e quindi in vendita. Ne avrete senz’altro sentito parlare: ETA 2016 è stato lanciato durante il Salone del Mobile e si è concluso pochi giorni fa a Londra, durante London Design Festival. Il vincitore è lo studio KIMXGENSAPA, con il progetto Cairn: un tavolino e portaoggetti trasformabile che mixa tradizione orientale e funzionalità globale, creando un design perfetto per i piccoli spazi urbani, brief di questa edizione.

I designers dello studio KIMXGENSAPA saranno presenti sabato 1 a Milano per raccontare come hanno immaginato e presentato CAIRN insieme agli altri due finalisti italiani di ETA, Saverio Incombenti e lo studio Sedicigradi. Sì, avete capito bene: ben 3 progetti italiani nella shortlist di ETA 2016, un grande successo che segue la vittoria di ETA 2015 da parte di un altro duo di designers italiani, Ivana Mannavola e Ivan Lattanzi. Per chi volesse scoprire qualcosa in più sul mondo dei contest internazionali, per curiosità o in attesa di cimentarsi, l’appuntamento è sabato 1 ottobre dalle 11 alle 13 in via Cerva 25!

Saverio Incombenti designer - finalista ETA2016
Saverio Incombenti designer – finalista ETA2016
DRAG AND DROP di Saverio Incombenti - progetto finalista ETA2016
DRAG AND DROP di Saverio Incombenti – progetto finalista ETA2016
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp