Star Trek Beyond: il capitano diventa Justin Lin

Arriva il terzo capitolo del reboot voluto da J.J. Abrams che questa volta è solo produttore: la regia passa a Justin Lin.

In questi giorni di afa ci pensa il cinema a portarci qualche ventata fresca. I film in uscita nel weekend non si contano neanche sulle dita di una mano (e sarà così anche nelle prossime settimane), ma sono comunque meritevoli di visione.

Non hanno bisogno di alcuna opera di convincimento tutti i fan di Star Trek. Il nuovo film, Star Trek Beyond, oggi esce anche negli Stati Uniti, celebrando una saga che quest’anno festeggia il 50° anniversario di vita (il primo episodio della serie di Gene Roddenberry andò in onda in tv, l’8 settembre 1966). Star Trek Beyond è il terzo capitolo del reboot voluto da J.J. Abrams che in questa occasione ha vestito solo i panni del produttore, lasciando il volante e la direzione a Justin Lin, regista conosciuto soprattutto per Fast and Furious. Un passaggio di consegne (del resto Abrams era impegnato con Star Wars) che ha già diviso il pubblico. Nel cast, oltre a Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Karl Urban, Zoe Saldana, John Cho e il compianto Anton Yelchin, due new entry, Idris Elba e Sofia Boutella.

Visibile anche in 3D, il film vede la USS Enterprise – durante il suo viaggio quinquennale di esplorazione degli angoli più remoti dello spazio sconosciuto – subire un attacco violento da parte di alieni che distruggono la nave. Tutti i superstiti dovranno effettuare un atterraggio d’emergenza su un pianeta in cui ci sarà da affrontare un nuovo e pericoloso nemico, che metterà a rischio loro e tutto ciò che la Federazione rappresenta. Tranquilli, nessuno spoiler. Quel che è certo è che sarà un film godibile, sia che siate pro Abrams, sia che siate pro Lin.

Di maggior spicco è invece Mr Cobbler e la Bottega Magica, una favola moderna diretta da Tom McCarthy, il regista fresco vincitore dell’Oscar con Il Caso Spotlight. Ambientata a New York, la pellicola vede protagonista l’istrionico Adam Sandler nella parte di Max, un calzolaio che manda avanti la bottega di famiglia senza avere una vita troppo entusiasmante. Il negozio che gestisce, una volta era del padre, interpretato da Dustin Hoffman. Max passa le giornate a riparare le calzature degli abitanti del suo quartiere, avendo come amico il vicino di casa Jimmy (sempre grande, Steve Buscemi!).

Quando l’amata macchina per la cucitura si rompe sul più bello, Max capirà che lui non è un semplice calzolaio e che la sua vita è magica. Rischierà di perdere il controllo, ma alla fine diventerà un eroe cittadino. Mr Cobbler e la Bottega Magica è una storia di crescita che dimostra che non è mai troppo tardi per diventare quello che si desidera essere. Con l’attuale crisi economica che affligge gli Stati Uniti sullo sfondo, quello di McCarthy è un film sulla famiglia, l’abilità creativa, la responsabilità sociale e, non meno importanti, sui superpoteri. Sarebbe bello averli davvero nella nostra vita.

Da segnalare, come unico film italiano, Quel Venerdì 30 Dicembre, opera scritta, diretta e interpretata da Tonino Abballe (che lo ha girato insieme a Dario Germani). Protagonista è lo stesso Abballe, un uomo che ha una tipografia dove stampa e realizza materiale per le sale Cinematografiche. Lavora insieme alla moglie, all’ex moglie e i suoi figli. Sembra esserci armonia tra tutti, almeno fino a quando verrà assunta una nuova assistente personale. La convivenza tra donne riuscirà?

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp