Rino Gaetano: moriva 35 anni fa il cantante di “Gianna”

Ancora oggi, come allora, cantiamo le canzoni di Rino Geatano, uno dei più grandi cantautori, capace di firmare la storia della musica italiana.

Rino Gaetano

All’anagrafe Salvatore Antonio Gaetano, nato nell’ottobre del 1950, è noto ai più per le sue canzoni, spesso sfondo di denuncia sociale e per la sua voce, così particolare.

Si avvicina al mondo della musica imparando a suonare la chitarra e il suo modo di essere, così rivoluzionario e fuori dagli schemi, non gli ha certo reso facile il successo. Sarà “Ma il cielo è sempre più blu” (chi non la conosce!) nel 1975, a portarlo in cima alle classifiche, facendo raggiungere la fama a Rino Gaetano.

Sempre fuori dalle righe, per scelta non si è mai uniformato agli standard dell’epoca, tuttavia il suo secondo disco fu molto atteso dal pubblico. Si trattava di “Mio fratello è figlio unico”.

La celebrità cresce, ma il destino (se così vogliamo chiamarlo) pone drasticamente fine alla carriera del giovane Rino Gaetano, che morì prematuramente a 31 anni.

Era il 2 giugno del 1981 quando perse la vita a causa di un grave incidente automobilistico a Roma, lungo la via Nomentana.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp