Facebook Live o Periscope: quale scegliere per le dirette streaming?

Facebook Live e Periscope sono le principali piattaforme per il live streaming: quale scegliere in base alle proprie esigenze?

Facebook live

Lo streaming video sta diventando sempre più popolare all’interno delle principali piattaforme social. In particolare, Facebook Live, il nuovo servizio di live streaming di Mark Zuckerberg, e Periscope, acquisita da parte di Twitter, sono tre le piattaforme più utilizzate in ambito social. In questo articolo andremo a scoprire le differenze tra Facebook Live e Periscope e quale app sia meglio utilizzare, in base alle esigenze.

Facebook Live

La funzionalità di streaming video Facebook Live è già integrata all’interno del popolare social network di Mark Zuckerberg. Quest’ultima è rappresentata dall’icona di un omino circondato da onde di trasmissione, all’interno della sezione dedicata all’aggiornamento dello stato. L’utente, prima di avviare il live, può dare un titolo alla trasmissione, taggare gli amici e scegliere a quale tipologia di audience mostrare il video.

L’interfaccia grafica Facebook Live è estremamente semplice, visto che il display viene suddiviso in due parti: la parte alta con la diretta e quella in basso per i commenti. Solo attraverso i commenti e i like è possibile interagire con l’utente che sta effettuando la trasmissione e per quanto riguarda la durata della diretta, Facebook Live offre la possibilità di effettuare un live streaming di massimo 30 minuti. Una volta terminata la trasmissione, quest’ultima viene “salvata” sulla timeline del proprio profilo, in modo tale da poterla rivedere anche a distanza di molto tempo.

Come è possibile comprendere, Facebook Live è una funzione che rende ancor più ricca la piattaforma social di Mark Zuckerberg e che, già oggi, molti utenti hanno iniziato ad utilizzare.

Periscope

Periscope

Rispetto a Facebook Live, Periscope è un’applicazione realizzata ad-hoc che deve essere scaricata dai vari app store, in base al sistema operativo del vostro dispositivo. Il video live di Periscope è pubblico, quindi tutti gli utenti possono vederlo e l’inizio della trasmissione viene notificato agli abbonati.

Allo stesso tempo, una volta avviata la trasmissione, l’interfaccia grafica di Periscope mostra a schermo intero il video, mentre le interazioni vengono poste in sovrapposizione. Oltre a poter commentare la diretta video, è possibile lasciare anche con cuori toccando più velocemente il display.

Un’altra particolarità di Periscope è quella di poter realizzare una diretta video senza limiti di tempo, mentre la longevità di quest’ultima è di 24 ore. Non solo, l’app di Periscope offre l’opportunità di scoprire le dirette delle persone, anche se riguarda sempre le ultime 24 ore.

Infine, tra le più importanti peculiarità di Periscope vi è la possibilità di scoprire i numeri, i minuti guardati, la percentuale di persone rimaste fino al termine della trasmissione e i volti degli spettatori, con una particolare distinzione tra quelli che hanno seguito la diretta e quelli che hanno visto il replay.

Facebook Live vs Periscope: quale piattaforma scegliere?

Sia Facebook Live che Periscope sono due applicazione di live streaming veramente interessanti, che stanno conquistando il grande pubblico. Da un lato troviamo il social network di Mark Zuckerberg, che offre un ecosistema veramente completo, ricco di funzioni e strumenti per decidere a quale pubblico mostrare il live streaming. Periscope, invece, è un’applicazione realizzata per gli influencer e coloro che desiderano mostrare il proprio video al mondo. Quest’ultima permette di vedere, in tempo reale, da dove viene effettuato lo streaming e ottenere un flusso video temporalmente illimitato, con una permanenza massima sulla piattaforma di 24 ore.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp